username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Notte Eterna

Mi sono smarrito nei meandri del buio
cercando la luce nelle arcane fessure del tempo
Il sole non mi ha mai riscaldato,
mi ha solo accecato con i suoi raggi malati,
sprofondandomi nuovamente nel nero della Notte…
Ho viaggiato nei miei sogni e nelle mie paranoie
e ancora viaggio nei bagliori di un deserto statico.
Terre arabiche, isole greche, fiordi nordici
mi nascondono e mi allontanano
dal triste nulla.
Il mistero della notte dona pace e serenità
ai miei occhi stanchi:
Stanchi della gente
Stanchi dell’amore
Stanchi di soffrire
Stanchi del pianto insoluto…
e la serenità di un misticismo profano
mi risveglia i sensi
Sono un Vampiro, un cantore della notte e dell’oscurità
Un viaggiatore notturno che esplora la sua mente
e si lascia guidare dai raggi lunari.

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Andrea Pinto il 19/09/2010 15:23
    Io la notte me la vivo molto intensamente, ma questa è una poesia, una riflessione. Non me ne vado certo piangendo di notte, non preoccuparti))))))).
  • Anonimo il 06/11/2007 00:08
    Se fosse per me, la notte me la vivrei molto più intensamente, invece...
    Complimenti bella poesia.
    Ciao
    Angelica

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0