accedi   |   crea nuovo account

Pianaccio

Aveva bocche magre
Pianaccio
malinconie di traverso
un gelso nel cuore

odore di cipria
di zucchero e vino
un bicchiere di neve
la memoria d'attesa.

In un lento risveglio
aprivi le tue dita sottili
il dolore immutato

e scrivevi
del veleno del mondo
delle infide serpi degli uomini.

Oltre il blu
è ora il tuo cielo
col profumo buono dei tralci di vite
solo un eterno assedio di luna.

Ciao Enzo...

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • Nunzio Buono il 27/11/2007 19:37
    Letta altrove, resto sempre deliziato dal tuo scrivere vento... ciao Nunzio
  • sara rota il 15/11/2007 20:29
    Chi ha avuto l'onore di conoscerlo ha potuto apprezzarne le qualità... io personalmente ho letto solo poche cose da lui scritte, ma non per questo lo considero incompetente in quel che ha fatto o detto.
  • Ugo Mastrogiovanni il 12/11/2007 17:01
    Riconosco il verso impalpabile e dignitoso della Monari. Anche se poche le parole, di forte significato e azzeccate per rendere sufficientemente omaggio allo scrittore scomparso.
  • Marco Vincenti il 11/11/2007 23:04
    Un caro saluto al buon vecchio e caro Enzo Biagi! complimenti
  • Riccardo Brumana il 10/11/2007 03:05
    onestamente la poesia non mi esalta. ovvio che Enzo era e resterà un grande!!!
  • laura cuppone il 10/11/2007 01:57
    dedica bella e triste..
    molto sentita..
    complimenti.
    L
  • Maria Lupo il 10/11/2007 01:11
    Bella. Ho scritto anch'io una dedica a Enzo Biagi, l'ho inviata martedì 6 e l'hanno pubblicata.. oggi, mi pare. È molto più semplice, leggila se ti va.
  • Anonimo il 10/11/2007 00:30
    Complimenti bella dedica per un grande uomo.
    Ciao Tiziana
    Angelica
  • Alessandro Castellarin il 09/11/2007 17:14
    Biagi Enzo: "Le verità che contano, i grandi principi, alla fine, restano sempre due o tre. Sono quelli che ti ha insegnato tua madre da bambino."
    Onoriamo uno fra i più grandi giornalisti al mondo!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0