accedi   |   crea nuovo account

“Non credo più nell’Amore” (Endecasillabi delatori)

Aurelia trangugiata da scorpioni.
Levate torri ora spoglie d’ arpioni.


Aria stornella mia sirena: abiura.
Ginepraio trafigge tal satura.


Esanimi, imperituro ed auspicio.
L’amore estinto nel futuro bigio.

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Alessandro Castellarin il 17/11/2007 09:31
    L'Amore divorato: Amore estinto.
  • aurora marella il 16/11/2007 18:29
    belle rime di contriti sentimenti, si sente la delusione.. carica il petto della rabbia.. senza vendetta.. scrivimi ancora.. a
  • Anonimo il 15/11/2007 22:37
    Fortissima, bravo Alessandro.
    Angelica
  • laura cuppone il 15/11/2007 21:08
    proprio forte!!
    complimenti!!
    ciao L
  • sara rota il 15/11/2007 20:33
    Particolare, molto profonda e sentita. Se fossi in te la farei leggere alla tua lei! 8
  • Alessandro Castellarin il 15/11/2007 13:54
    Dedicata a chi ha "ucciso" il mio cuore... Carolina...
  • Alessandro Castellarin il 15/11/2007 13:53
    Simbologia di alcune parole:

    • Aurelia = Bozzolo
    • Scorpioni = Simbolo del tradimento
    • Torri = Aspirazione dell’uomo verso l’infinito
    • Aria = Melodia di solista
    • Sirena = Porta alla rovina l’uomo, richiama con le sue melodie
    • Abiura = Tradimento
    • Satura = Spettacolo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0