username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Ho creduto

Immunizzata grazie alle tue atroci e melodiose parole
dal dolore terreno
consapevole dell'inutile parvenza dei tuoi gesti,
ti ammiro da lontano, amore,
osserva la disperazione di una donna che dall'alto della tua aristocratica superbia volesti solo per una notte amare.
Fa per lo meno finta d'accorgerti della mia flebile voce
che ha creduto di poter essere ascoltata dalle tue gentili orecchie.
Vana speranza fu,
reale inganno,
perchè hai usato codesto bocciolo privo di malizia,
sprecandone la giovane rugiada?
Ho creduto di poter leggere sul tuo corpo frasi amorose,
illusa,
ingenua.
Detesto me stessa odiando le mie mani
che inesperte e curiose
si sono intercciate tra le tue esplorando nuove terre,
odio le mie labbra che amorevolmente ti hanno accarezzato
e sussurrando un pagano rosario ci hanno accompagnato.
Eri consapevole?
Ero consapevole?
Ti ho aspettato di nuovo,
ma tu amavi ancora,
e il mio sguardo pauroso ti seguiva,
guardando come un pellegrino la tua schiena
mentre i tuoi occhi desideravano altro.
Perchè?
Dovevi lasciarmi nella mia immacolata innocenza d'amore,
non spogliarmi della mia stessa vita!
Crudele!
Peccaminosi respiri si sono susseguiti,
gioia,
dolore,
e tu, esperto, sapevi del canto del mio cuore,
approffittando della mia irruenta passione amasti privo d'amore!
Osserva la disperazione di una donna, uomo,
assapora la violenza delle sue azioni,
pentiti del tuo freddo piacere,
ammira le sue velenose lacrime che accompagnano il lucente pugnale che trapassa le sue malinconiche carni!
Muori con lei uomo!.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 26/05/2016 14:58
    molto apprezzata... complimenti.

12 commenti:

  • Antonio Pani il 10/04/2008 19:09
    Bella davvero, complimenti. Intensa e vigorosa, sia nei contenuti che nelle immagini. Brava, a rileggersi, ciao.
  • Rosita Catillo il 02/02/2008 17:44
    Brava!È una vera poesia, carica di sentimenti che solo una come te può esprimere, complimenti, Rosita hai un futuro di poetessa.
  • VINCENZO ROCCIOLO il 17/12/2007 14:39
    Sto leggendo tutte le tue poesie, Rosita, e sono sempre più sbalordito di fronte alla tua bravura nel saper descrivere i tuoi sentimenti.
    Questa tua poesia di giovane donna ingannata è splendida; altri hanno criticato senza capire il tuo spirito.
    Io lo capisco, e ti dico che tu sei stata vittima inconsapevole di un'azione meschina. È facile per un uomo promettere amore e poi, ottenuto il trofeo di caccia, squagliarsela.
    Lui non ha pensato a te, ai tuoi sentimenti per lui, ti ha solo usata per il suo piacere e poi ti ha buttata via.
    Tu hai amato col cuore, lui no.
    Ti capisco, ti sono vicino e pronostico per te un grande futuro sulla strada della poesia.
    Non ti fermare, continua, io sono sicuro delle tue grandi doti.
    Con affetto Vincenzo
  • Sari Koon il 08/12/2007 17:20
    Non devi odiare te stessa per ciò che hai fatto, Rosy... sappiamo tutti che ogni tuo gesto era il risultato di un amore sentito al mille per cento... Comunque la poesia è addirittura più che pregnante di intenso significato... La fine esprime quello che si meriterebbe davvero, ma per come lui è, non lo farà mai... Baci Ro-Ro!
  • Riccardo Brumana il 18/11/2007 19:07
    la trovo una poesia ipocrita. penso sapevi benissimo che serebbe stato l'amore di una notte, e ti è andato bene, però poi non ti è bastato e vorresti qualcosa di più... ma che sai, non ti è lecito chiedere poichè non ti ha mai amato... era solo sesso e forse giocando quella carta speravi di rargli cambiare idea. non è andata così, peccato, ma non incolparlo! ciao.
  • Ivan Bui il 18/11/2007 19:02
    A volte basta un amico... Poesia molto bella, un urlo...
  • Rosita Catillo il 18/11/2007 15:52
    Vi ringrazio per i vostri commenti, non credo che tutti gli uomini siano così, ma ultimamente dubbito fortemente dell'esistenza dell'amore "spirituale"... ho avuto una grossa delusione e sperimento giornalmente sulla mia pelle questo sentimento di rabbia, una rabbia da donna, se mi concedete di definirla così. Un saluto a tutti. Grazie
  • sara rota il 17/11/2007 17:06
    Decisamente una poesia contro l'uomo. La capisco solo se ti riferisci al fatto che un uomo ti abbia ingannata. Fortunatamente non sono tutti così come li descrivi. Forse penserai che la mia sia solo utopia, ma io la vedo così.
  • luigi deluca il 17/11/2007 16:58
    è un "racconto" di triste, ma purtroppo diffusa realtà, se autobiografico, posso dirti solo:
    l'amore riserva a volte dolori, ma spesso magnifiche sorprese, ora ti resta da scoprirne la magnificenza! gigi
  • Anonimo il 17/11/2007 16:33
    Di forte impatto questo urlo di donna ingannata.
    Complimenti Rosita.
    Angelica

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0