username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

L'ANGOSCIA È FINITA

Spenta è la luce nei tuoi occhi blu.
Se vale zero il tuo amore per me
devo incazzarmi? Bruciare la vita?
Meglio al tuo cuore non pensare più:
quando t'imbatti in un mondo di ''se...''
meglio scansarlo. E l'angoscia è finita!

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Angelo Senatore il 20/08/2012 15:52
    Molto bella, peccato che il cuore se davvero acceso non sia delicato come una candela che con una brezza leggera può spegnersi...

38 commenti:

  • Donatella il 24/02/2010 09:37
    Intanto ti sei perso una storia... a volte dipende anche da noi il se e il nn saprei, a volte bisognerebbe conoscersi di più insomma è anche complicato il meccanismo dei sentimenti! Ciaooo
  • Anonimo il 14/02/2010 07:01
    Dicono di si ma non ci credo. Non c'è scienza che abbia ancora capito bene le dinamiche del cuore di un uomo nel gioco dell'amore.
  • Roberto Luffarelli il 10/07/2009 10:55
    Però se. . . non ti conoscevo e non ti leggevo. . avrei perso sicuramente qualcosa.
  • Anonimo il 06/07/2009 14:26
    "E l'angoscia è finita"...
    bella ed efficace ed anche un buon consiglio
    complimenti
    .. emy
  • Claudio Amicucci il 24/01/2009 17:38
    Era tempo che non passavo, ma ogni volta è un vero, caro, immenso piacererofondo ed essenziale. Un abbraccio sincero Claudio
  • IGNAZIO AMICO il 02/10/2008 10:15
    Versi belli per un contenuto vero e condiviso. Bravo!
  • Diana Moretti il 20/08/2008 21:40
    triste ma vera. Dia
  • Anonimo il 22/04/2008 16:28
    A volte voltare pagina è dura ma tante volte necessario per nn stare male.
    Bravo roberto, bella.
  • Ivan Bui il 31/03/2008 14:21
    ... un Roberto diverso dal solito, sempre versi di gran pregio, ma "gridati" con determinazione. Non so se l'angoscia é finita, ma la vita va vissuta, o almeno ci si deve provare. Bravissimo.
  • carmela arpino il 29/03/2008 12:19
    se fosse così facile sarebbe bello!
  • Giampaolo Angius il 05/03/2008 10:21
    Potente messaggio che si concretizza nel "... cambiare le cose che si possono cambiare, accettare quelle che non si possono cambiare, comprendere la differenza". Bravo. Serene 24 ore
  • Anonimo il 02/02/2008 19:33
    è bellissimo ritrovarmi nei tuoi versi e capire che la differenza d'età sia solo una questione anagrafica...(e ovviamente di esperienza)... in ogni caso, visto che ancora non so come si esprima il voto col nuovo sistema, un bel cinque te lo do via commento...
    a rileggerci.
    Marco
  • Anna G. Mormina il 23/12/2007 16:57
    ... è inutile lottare per un amore che non è più corrisposto, inutile e doloroso...
    Un'amica mi ha fatto una "soffiata"... leggi Roberto Mestrone, è bravo!... aveva ragione.
    La tua poesia mi è gradita!
    Un sorriso e ancora... buon Natale!
  • Ivan Bui il 16/12/2007 20:52
    Bellissima. Da queste parti non si resta mai delusi... sempre un piacere leggerti.
  • morena paolini il 10/12/2007 14:02
    È vero Roberto! Le angoscie dei se... e dei forse, sono terribili, però purtroppo non sempre si possono scansare!
    Bellissima riflessione. Morena.
  • rexia argento il 06/12/2007 15:19
    Ho votato 8, per "imbattersi in un mondo di se".
    Sprazzi di genio di Roberto ed una grande educazione, un gran garbo. I suoi commenti su di me sempre gridati o sussurrati ma con voce da baritono. Lirico signore nell'anima. Il messaggio che segue, spero non ti coinvolga. È un copia incolla per tutti.


    Perdonatemi, sono sicuramente una voce fuori dal coro. Non so se l'autore preferisce obiettività o commenti per accaparrarsi crediti, per poi pubblicare. Non so quanto i messaggi scritti in fondo, dopo l'entusiasmo che un'anima ha lasciato uscire a fiotti da dentro siano davvero onesti, sinceri... se contano di più parole come BELLISSIMA o opinioni serie. Quanto contano per voi questi voti ma, soprattutto, vi sentite TUTTI davvero in grado di vaotare? Di fare i professori su una materia che (se resta un minimo di sale nelle vostre zucche) non si può insegnare nè, purtroppo si può imparare.
    Dimostrerei un teorema se dicessi ora che visto quanto ho appena scritto, la poesia non si vota. Si commenta. Si legge con le orecchie tese. Può far rabbrividire. Può lasciare indifferenti. Io copierò ed incollerò questo messaggio ovunque, senza permettermi di lasciare voti nè giudizi. Voglio che tutti sappiate che ho subito uno scempio sulle quattro schifezze che ho pubblicato qui dentro, pensando che fosse un mondo fuori dal mondo. Niente diversità e discriminazioni. Per Dio. È solo poesia. SOLO. Poesia.
    Lascio il sito poesie e racconti e cancellerò quelle che chiamano OPERE e per me sono solo sfoghi dell'anima a cui spesso non do nemmmeno peso. A volte nemmeno rileggo. Pensate... pensate se scrivessi per vincere. Se esiste una coppa o un trofeo lo lascio a chi merita. IO meritavo solo rispetto, questo chiedevo, dentro e fuori di qui. Rexia. Morta oggi.
  • Anonimo il 30/11/2007 11:51
    si può porre fine all'angoscia dei "se" con un atto di volontà, di abbandono del "volere" ma l'angoscia dei ricordi non finisce purtroppo fino a che questi non vengano sovrascritti
  • Diana Moretti il 29/11/2007 10:45
    tentare di anestetizzare il dolore è un primo passo per superarlo.. a rileggersi. Dia
  • Agnese Siniscalchi il 27/11/2007 22:05
    Sarà poi tanto facile scansare un amore che vale zero quando il cuore ne è ancora coinvolto?
  • mariella mulas il 27/11/2007 18:42
    Sì, l'attesa di un sincero amore è meglio che soffrire nell'inseguirlo inutilmente.
    Bella, disincantata ma intensa.
  • Marta Niero il 24/11/2007 23:49
    sono d'accordo con te.. se non c'è più nulla perchè continuare? meglio vivere.. ma è così semplice dirlo con le parole... così arduo far seguire lo stesso percorso alle azioni.. il dolore dei ricordi è un avvoltoio in agguato sulla tua debolezza.
    ciao, Marta
  • Cinzia Gargiulo il 24/11/2007 23:43
    Eccomi tornata da te Roberto...
    bella poesia!... spero non autobiografica...
  • Ada FIRINO il 22/11/2007 23:20
    L'angoscia finisce solo quando fInisce l'Amore. SEMPLICE. Bella poesia, ma un po' cruda.
  • terry Deleo il 22/11/2007 22:06
    scusa, l'ultima frase era: perchè non ti vuoi un po' più di bene?
  • terry Deleo il 22/11/2007 22:04
    .. da quando usi termini così "scurrili" nella tua poesia?.. non ti riconosco.. che ci sia cambiamento in te? ma incazzarsi non serve a niente, perchè non ti vuoi un po' più di bene'
  • Dorian Gray il 22/11/2007 18:35
    Ti scopro in una nuova veste.
    Ciò a cui fai riferimento è una dote non da poco.
    Un saluto.
    Simone
  • Anonimo il 22/11/2007 12:29
    ... se gli occhi sono davvero blu conserveranno la loro luce comunque... penso che l'amore non possa essere valutato zero o altro... l'amore semplicemente è, in questo caso dentro di te... incazzarsi è puerile, inutile... meglio osservare e godere di un amore che nasce, cresce e viene nutrito da noi stessi e se è equilibrato non brucia, ma alimenta vite di uomini e donne... alle quali vale la pena pensare senza scansare i "se"... amore non è mai angoscia, ma godimento, estasi, preziosità che nasce solo all'interno di noi perché amore siamo noi. n
  • augusto villa il 21/11/2007 15:31
    L'importante è riuscirci!!!
    ... se non ci si riesce, pensiamo allora, che in ogni cosa che ci capita, anche la più brutta... c'è un lato positivo... e sarà il tempo a scoprircelo...
    Ciao Roberto!!!
  • Riccardo Brumana il 19/11/2007 21:35
    deve essere la morte vedere spento l'amore negli occhi di chi si ama...
  • Gabriella Salvatore il 19/11/2007 10:32
    hai ragione, "bruciare la vita"? meglio scansare.
    Mi hai fatto pensare ad un amico che si trova in questa situazione e proprio ieri mi ha detto più o meno le stesse cose, in forma meno poetica ma la sostanza è quella.
    Bravo Roberto, bella poesia
  • CLAUDIO CISCO il 18/11/2007 09:20
    seplice come struttura, intensa come contenuo ed emazioni
  • sara rota il 17/11/2007 17:01
    Perdere chi si ama? Arrabbiarsi per averlo perso, pensando di essere in colpa? Mai angosciarsi, altrimenti si finisce in un baratro senza fine...
  • Anonimo il 17/11/2007 16:41
    Anche se l'angoscia non si dissolve così in fretta, c'è sempre un buon motivo per farla finire;vivere senza quel grande peso che schiaccia gli anni, faccendoci perdere troppo tempo.
    Meglio scansarla come dici tu alla fine.
    Ciao Roberto.
    Angelica

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0