PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La fermata 71 dell'inferno

[Qui si narra di Dante, un concorrente di “Parole in Corsa*”, che mai riuscì a giungere alla premiazione]

Così stavvi alla fermata oppresso
che il settantuno tardea ad arrivare
e tanta era la noia: “Mezz’ora ci ha messo!”
La fermata colma di gente stufa d’aspettare.
Virgilio a me, per tradir l’attesa
“L’importante è vincer, non partecipare”
Non mi fu di aiuto, la mia anima era lesa
divorata dall’odor della competizione.
Mi urtò una donna con la spesa
che il bus infine era giunto alla stazione,
guidato da autista di luciferino aspetto;
avrei voluto protestare e con ragione
ma non v’era tempo ed entrai di getto.
Dinanzi a me, tanti corpi schiacciati
l’uno contro l’altro. “Dove mi metto?
Poeta che mi guidi, li hai obliterati?
Non ti vedo più, dove sei finito?”
Mi girava la testa, spingevan come matti
E cercavo l’amico, tutto impaurito.
Stretto tra le borse della spesa
di casalinghe dall’umor incupito,
Virgilio a me: “Sia mai una resa,
ora siam saliti e ci deve essere
timore alcuno alla tua anima tesa”
Oh, quali parole di lieto benessere
ed il mio sguardo si mise a frugare
calmo, senza intenzion di redimere
ma semplicemente voler curiosare
tra i tanti volti che parevan distratti
trascinati da quel lento viaggiare.
Essendo io curioso come i gatti,
presi ad osservar con fissazione
un uomo pigiato tra gli anfratti.
La macchina dell’obliterazione
torceva la sua schiena malamente
costringendolo a schiacciare il nasone
sul finestrino, con dolor sicuramente.
“Chi è colui che è costretto
a viaggiar così rovinosamente?”
Chiesi con assoluto rispetto,
calando in me umor di tristezza
che, se non mi fossi sentito un reietto,
gli avrei proprio dato una carezza.
“Del Gruppo Trasporti Torinesi
è la massima autorevolezza
ed ora è qui per i peccati spesi.
E, per vendicarsi dei soliti ritardi,

123

2
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Fabio Solieri il 03/09/2014 06:40
    In questa scorribanda filobustiera si intuisce che in fatto di mezzi pubblici tutto il mondo è paese
  • Marco Donna il 10/06/2011 15:25
    e pensa che era il 71 di Torino!
  • Gion Strusciante il 09/06/2011 19:45
    sant'iddio!! mi sembra di essere sul 171 a Napoli!!! xD

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0