PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Figlia di Zeus e di Mnemosine

Nero buio, giorno senza luce
nell’abisso del mare
sirene senza voce
urlano l’angoscia
han perso la madre!

Oh Melpopene,
Il tuo canto ha ammaliato
mille e mille marinai con navi di carta
ed alberi di grafite
e nel mare delle parole
tua soave musica
si son persi.
Ed ora che il tuo canto d’inchiostro
più non c’è su questa isola,
come argonauti
vaghiam per mare
alla ricerca della voce perduta.




È un omaggio ad una nostra comune amica per quasi tutti (me compreso) “virtuale”
che ci ha deliziato con i suoi versi e che ora è approdata in altre terre.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

12 commenti:

  • Giovanni Lovece il 12/01/2008 11:58
    Molto... Omerica
  • IGNAZIO AMICO il 02/12/2007 23:05
    Poesia di classica bellezza, sembra riecheggiare versi anacreontici. Un descrivere per immagini di formidabile efficacia. Applaudo.
  • Maria Lupo il 28/11/2007 02:23
    Oserei dire... ammaliante a sua volta, questa poesia-ode alla poesia
  • CLAUDIO CISCO il 21/11/2007 15:02
    splendida lirica rievocatrive di culture e civiltà antiche e lontane, forse ingiustamente dimenticate. Enfatici e di stampo classico i versi, testimonianza del recupero d'un tempo mitologico passato
  • Michelangelo Cervellera il 18/11/2007 18:27
    Ciao Michele, è dedicata all'autrice della poesia qui sotto postata.
    Una Musa.
  • Michelangelo Cervellera il 18/11/2007 18:25
    Nella neve bianca,
    noiosa omogenea distesa
    d'ondulato accecante chiarore
    si staglia,
    in virgìnea bellezza,
    un bucaneve.
    Natàlia Castaldi
    P. S.: un bacio Angelica.
  • Ezio Grieco il 18/11/2007 16:37
    .. bella, piaciutissima.
    ... chi è questa amica???
    mikelus
  • tania tania il 18/11/2007 05:50
    Densa e intensa... "il tuo canto d'inchostro"... meraviglioso...
  • Anonimo il 17/11/2007 19:09
    Bravo Michelangelo,è proprio una adeguata dedica mitologica, per la nostra amica virtuale Musa, adesso viaggia in altre terre pronta a deliziare con i suoi versi altri appassionati di poesia.
    Ma la rincontreremo, chissà quando, chissà dove ma un giorno riconosceremo i suoi versi.
    Ciao
    Michelangelo
    Angelica
  • Gabriella Salvatore il 17/11/2007 19:00
    bella dedica Michelangelo, sono certa che l'apprezzerà moltissimo ache se è approdata in altre terre. molto bravo veramente

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0