username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Fine ad est

Cos è che stritola l'aria,
soffoca stridente
il primo respiro all'Alba
e rende reduce moribondo
il coraggio di amare ancora?

Tiepido, nel grigio scenario
dell'Inverno è l'animale
al margine della via,
col poco calore
delle ultime grida giovanili.

Cos è che rende il vociferare
così sgradevole all'orecchio stanco?

Tumulti, punti sospesi
e numeri che scorrono
in marcia verso una Fine
attesa...
debolmente
ad est.

 

1
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Valentina B. il 15/12/2009 11:51
    ho apprezzato soprattutto i primi versi, anche se tutta la poesia è molto toccante. complimenti...
  • Alessandro Cancian il 23/11/2007 09:20
    ho apprezzato soprattutto le prime strofe iniziali. Molto suggetsive. Condivido i tuoi pensieri e quelle sensazioni "dolorose" che troppo spesso afiorano dal nostro suore lasciandoci a mezz'aria con le nostre malinconie e paure. A rileggerti!
  • Anonimo il 22/11/2007 14:48
    Belle domande a cui difficile è dare una risposta.
    Bello il primo verso.
    Ciao Angela
    Angelica

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0