accedi   |   crea nuovo account

Rivelazione

Ho consumato il mio imbarazzo
(velocemente, prima che facesse troppo male)
con frasi sbriciolate
lasciate cadere come pesi morti
oltre le mie labbra indecise e semichiuse

Nemmeno io le ho ascoltate!
Com’è insopportabile il suono della discolpa
a chi la colpa la conduce per mano

È macigno l’ incapacità di perfezionare;
pesante come il non dar peso
alla propria superficialità

Lo sguardo,
curvo sul nulla,
barcolla,
mentre le parole fanno silenzio
o quando inventi le tue ripetizioni

È intollerabile riconoscere un amore

 

2
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Michele Loreto il 30/11/2012 06:08
    L'amore è un'imperfetta relazione tra amanti
  • Antonio Pani il 29/04/2008 13:42
    Complimenti, davvero bella. Intensa e molto "vera". Bravo. A rileggersi, ciao.
  • tania tania il 26/11/2007 23:54
    Stupenda Alessandro... parole profonde e quanto sono vere... Com'è insopportabile il suono della discolpa a chi la colpa la conduce per mano... musica!! Perfetta! Mi è davvero piaciuta tanto! 10
  • Anonimo il 24/11/2007 00:52
    Bella Alessandro, non è facile accettare un amore.
    A volte conviene farsi avvolgere dalla superficialità, perchè amare fa anche soffrire, e c'è chi ha molta paura della sofferenza.
    Ciao
    Angelica
  • Gabriella Salvatore il 23/11/2007 23:18
    insostenibile il peso di questa rivelazione, bellissima 10
  • laura cuppone il 23/11/2007 18:43
    ... com'è intollerabile il non riconoscerlo..
    bellissima poesia..
    fredda come una lama che lentamente entra nelle costole e non fa quasi male, ma dissangua l'attonita vittima... che ama ancora..
    complimenti.
    Laura

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0