PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Reality show.

Spero nell’infinito vortice
mentre contesto il qualunquista
e chi uccide la libertà
e chi frequenta la prostituta, galeotta
del magnaccia che ha il paletto sotto braccio
e picchia duro fino a ferirLa.
E’un congegno incomprensibile:
si sblocca quando il vento soffia forte
e mulina polvere e pattume
come una conchiglia sgusciabile
protende al mare o a un suo barlume.
Aspettami un attimo
e sfida la guerra, ti aiuto, so come fare…
…Passo un attimo al supermercato
che ho dimenticato i tovaglioli.
Sai, domani c’è Sandro che compie 18 anni
…passa troppo in fretta la vita
per riuscir a auscultarla come fa un dottore
col cuore del cardiopatico.
Ma Ti dico che il paziente è grave
talmente grave che solo la guerra ci rimane
non perché odio qualcuno
ma perché è sopravvivenza,
è indigenza, qualcuno deve pur farlo.
Non voglio morire prima del nemico
e poi ho fretta,
domani è la festa di Sandro
e non c’è regalo migliore che la polvere
di un fucile, di un cannone,
o la vita del suo miglior nemico.
Intanto mi sveglio e leggo il giornale.
La realtà è ben più incomprensibile!!

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • alberto accorsi il 09/09/2011 15:52
    Magmatico e incisivo. A parte la finzione razionalizzante del sogno...
  • claudia checchi il 01/06/2008 14:49
    molto toccante sai mi ha commossa forse xrche' ho anch'io una persona a me molto cara operata di bay pass,, e anche cardiopatica -ciao
  • ninetta ciminelli il 03/01/2008 07:35
    la vita e' un vortice purtroppo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0