accedi   |   crea nuovo account

Caffè ristretto

Strada
gradini di pietra
la mia anima sale.

Utero
navata nicchie acquasantiera
dentro te
alla luce fosca guardo
inquietudine di essere lì germina.

Mente
la mia anima
da quel luogo separa
un caffè ristretto
alla luce del sole sorseggia.

Cafè strìtto

Stràta
scalini de prèta
ànema mìa saglìe.

Chièsa
navata nicchia acquasantiera
dìnto a te
còmme è scùro
me sénto nquartàto di stàre lì.

Mènte
la ànema mìa
da chillo pòsto manna via
nù cafè strìtto
assettato fòra ù bàr
vàtti a vèvere.

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Cinzia Gargiulo il 29/07/2008 15:36
    Poesia ermetica ma che riesce ad essere accattivante attraverso un susseguirsi di immagini sempre più incalzanti fino ad arrivare ad avvertire il profumo intenso di quel caffè ristretto che stai a "sorsare alla luce del sole".
    Da buona napoletana adoro il caffè ristretto e senza zucchero per gustarne pienamente tutto l'aroma.
    Un abbraccio...
  • augusto villa il 29/11/2007 09:45
    Bella poesia, ricca di immagini, un crescere di sentori fino al liberatorio caffè...
    Bravo, complimenti!
  • Riccardo Brumana il 26/11/2007 13:05
    belle immagini, spero sia corretto Nardini
  • laura cuppone il 26/11/2007 12:27
    Particolare e impersonale, quasi.. come osservare il processo e l'evoluzione delle cose.. e da "fuori"bere un caffè..
    un gesto semplice ma in questo caso riflessivo ed esplicativo..

    beh.. l'ho letta così.. bernardo..
    non so..
    ciao L
  • Alessandro Cancian il 26/11/2007 11:51
    immagini molto originali!
    Bravo!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0