username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Fragile Angelo Immortale

Un sogno.
Questo era, voleva essere
ed è rimasto...
Racchiuso in una sfera
di impenetrabile e limpido diamante.

Puro
semplice
desiderio
per noi...
Corrotto
assurdo
scandalo
per loro...

Un ricordo.
Questo è, doveva essere
ed è diventato...
Aleggia in una bolla
di impalpabile e opaco sapone.

Debole
confuso
dolore
per chi?
Corrotto
assurdo
scandalo
tuo, mio, nostro...

Un desiderio.
Tutto ciò che è rimasto...
Rinchiuso in una gabbia di freddo e cupo ferro.

Desiderio di desiderarci
Desiderio che non può, che non sa
Desiderio di
fragile
angelo
Immortale.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

25 commenti:

  • Dea Delogu il 15/03/2011 22:48
    Grazie a chi ha citato Ungaretti, mi spiace non poterti chiamare per nome o per acronimo È invece spiacevole che in un ambito come questo, dove si condivide una passione comune, o comunque qualcosa di intimo, ci si areni in queste inutili discussioni. Grazie ancora
  • Anonimo il 15/03/2010 05:54
    per rispondere ad alcuni commenti "
    Poesia è il mondo, l'umanità, la propria vita fioriti nella parola,è limpida meraviglia di un delirante fermento.
    Quando trovo, in questo mio silenzio, una parola, scavata è nella mia vita come un abisso." giuseppe ungaretti
    . comunque bella poesia
  • nemo numan il 14/08/2009 10:46
    bellisima
  • andrea viliotti il 24/01/2009 21:43
    L'amore perduto
  • Dea Delogu il 01/12/2008 19:23
    Per ADI group: Quello che ho scritto non è un flusso di coscienza, mamma mia!
    Poi, scusami... Ma il discorso "al giorno d'oggi" non mi piace proprio. Non mi piace che le persone vengano racchiuse in schemi. E non mi va di sentirmi etichettare da qualcuno che non mi conosce, con toni spocchiosi.
    A me capita di avere l'ispirazione nei momenti più improponibili, in questo caso successe la mattina presto, prima di uscire per andare a lezione; e di solito i pensieri mi appaiono come flash: evocativi, ed intermezzati da pause. E il risultato è questa divisione.
    Oltretutto mi pare che non sia esattamente una tecnica "di questi tempi".
    E non vedo perché tu debba criticare (in questo modo, soprattutto) l'uso della metrica, quando la poesia è il risultato del lato più profondo e spontaneo dell'uomo.
  • Dea Delogu il 30/11/2008 21:46
    Per Donato dc: Non c'è di che... Fa piacere a me che ti abbia trasmesso qualcosa...
  • Donato Delfin8 il 30/11/2008 21:38
    Dolce passione! Grazie per la ricarica
  • Dea Delogu il 26/10/2008 21:02
    Per ADI group: non ho ben capito la tua critica...
    Comunque non si tratta di una cosa meditata, ho semplicemente messo giù le parole come uscivano dalla mente.
    Il non metterle "in fila" come dici tu, significa semplicemente dar loro più risalto.
  • Antonio Pani il 05/06/2008 16:09
    Bella, mi è piaciuta molto, brava. "... fragile angelo Immortale", verso (e titolo) intenso, ermetico e di spessore. A rileggersi, ciao.
  • Dea Delogu il 27/04/2008 12:07
    In realtà sono tutti appellativi che mi dava la persona per la quale avevo scritto questa poesia. Apparte "immortale", che si riferisce al mio nome, mi chiamo Dea Tutta la poesia è piena di allusioni, che è impossibile cogliere se non si conosce la storia. Però spero che sia ugualmente piacevole senza esser a conoscenza dei significati nascosti. Grazie per il complimento
  • Raju Kp il 26/04/2008 16:12
    desiderio di desiderarci... bella poesia... angelo immortale ma fragile..
  • Dea Delogu il 25/01/2008 22:59
    Grazie mia Pimpa bella!!
  • Erica C. il 25/01/2008 13:07
    Un bel votone alla mia Stellina, se lo merita!
    Bacioni!!!
  • Dea Delogu il 20/12/2007 12:44
    Ti ringrazio davvero... Hai reso ciò che ho scritto ancor più bello. Hai risposto alla poesia con poesia.
  • Ugo Mastrogiovanni il 17/12/2007 15:24
    Un bel sogno interrotto dal pettegolezzo e dalla mediocrità umana. Frutto di quella giovane età pregna di sentimenti forti e di calore ardente. Un rapporto puro e incontaminato rimasto solo ricordo, ma un ricordo luminoso e caro come un diamante. Dea Delogu scrive questi versi con un inchiostro eterno, rosso come il suo sangue, attinto dal suo cuore rovente. L’onta ricevuta ha potenziato i sui sentimenti, rinvigorito la memoria e la nostalgia di ciò che è stato e che tanto vorrebbe ritornasse. Encomiabile la dolcezza che domina il verso e l’abbondanza di slanci teneri e sinceri che altri avrebbero resi infuocati e volgari.
  • Dea Delogu il 16/12/2007 22:32
    Sì, anche perchè non lo meritava... In compenso io so di aver imparato qualcosa.
  • Ivan Bui il 08/12/2007 12:23
    ... però é servito, ha ispirato una bellissima poesia. Davvero molto bella. Brava.
  • Dea Delogu il 28/11/2007 13:43
    Ti ringrazio... Peccato che la persona a cui era destinata non abbia mai capito che gli era stata dedicata.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0