username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

PASSI PERDUTI

Strappo con le unghie scampoli di vita
al passare frenetico dei giorni.

Cerco tra le macerie sparse della mia esistenza
immagini, colori, profumi, gesti, volti.

Un bambino che gioca a calcio in un campo verde,
un vecchio che si trascina a fatica per la strada,
una ragazza che mi guarda di sfuggita,
un bacio di nascosto dietro un muro.

Sono io ora che grido senza voce?
Sono io ora che esplodo dentro senza clamore?
Sono io ora che cerco senza mai trovare?
Sono io ora che vivo senza pace e senza calore?

Ricordo dei fiori raccolti in un campo,
delle piccole mani che accarezzano le mie,
una strada bagnata che aspetta un incontro,
dei passi furtivi su per le scale.

I fiori sono appassiti,
le mani non mi accarezzano più,
la strada non è più bagnata,
i passi si sono persi nel buio della notte.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

21 commenti:

  • Grazia Denaro il 30/03/2012 22:10
    Poesia piena di nostalgia e di rimpianti.
  • augusto pompeo il 08/02/2012 23:13
    piena di amore e di nostalgia che il tempo consuma ma non dimentica. bella veramente
  • Anonimo il 10/12/2008 17:45
    quanta gentilezza aleggia nelle tue parole...
    scorri i tuoi ricordi come foto... bellissimo trasporto.
  • sabrina balbinetti il 09/09/2008 00:03
    l'importante è tenere tra le pagine del cuore questi momenti... il solo ricodo ci fa stare bene
    molto delicata e piaciuta
  • sara rota il 19/08/2008 10:23
    Ricordi che riscaldano il cuore... bella.
  • manuela giorda il 29/06/2008 18:54
    Con la mente si ripercorre la strada del passato e riaffiorano ricordi a volte gioiosi altre tristi, ma i ricordi fanno parte di noi, ci aiutano a cresciere e a proseguire il cammino. Tutto continua, la nascita, la morte, il fiorire e lo sfiorire dei fiori, e non si deve perdere la speranza che il futuro ci riservi grandi gioie, e dunque prosegui il cammino e il sole tornerà... Splendidi versi velati da tanta tristezza. Bravissimo! ciao Manuela.
  • Anonimo il 27/06/2008 13:43
    Anche questa mi è piaciuta molto, nonostante il contenuto. Spero che nel frattempo (e ne è passato parecchio) i tuoi passi siano tornati solari e profumati.
    nel
  • Anonimo il 10/12/2007 22:19
    Mi è piaciuta tantissimo. E molto mi ci ritrovo.
  • Ivan Bui il 29/11/2007 13:55
    Mi é piaciuta molissimo. Bravo davvero.
  • Tony Fontana il 28/11/2007 12:25
    bella... un po' da il senso della non speranza, se si fa un resoconto, bisogna sempre mettere un piccolo spazio alla speranza... perche' non siamo nati qui' ne resteremo qui' , il nostro cammino e molto più di una semplice vita, i fiori continueranno a crescere ed appassire anche se nessuno mai li vedrà o li coglierà, le mani continueranno ad elargire carezze.. le strade saranno irrorate dai raggi eterni della speranza... Tony
  • Maria Gioia Benacquista il 28/11/2007 11:58
    Molto bella.
    Scampoli di vita vissuta e ricordi di un passato felice che non tornerà. Nuovi orizzonti si apriranno e un amore arriverà.
  • Alessandro Cancian il 28/11/2007 09:47
    bello il titolo e bella anche la chiusa!
  • Maria Lupo il 28/11/2007 01:51
    Bella, espressiva ed armoniosa... ma perchè sempre questo senso di disfacimento? Dalle macerie si ricostruisce... così dicono, almeno...
  • laura cuppone il 27/11/2007 22:21
    la vita.. un passo dopo l'altro... uno sguardo indietro, di sfuggita... e sembra incredibile che quello specchio rifletta noi...
    nessun passo è perduto..
    tutto il nostro "itinerario" è importante..
    e senza quello percorso, non ci sarebbe quello all'orizzonte...


    una bella poesia..
    ciao L
  • Michelangelo Cervellera il 27/11/2007 21:25
    camminare nel tempo per cercare gioie passate, ma bisogna sempre cercare l'amore anche se a volte ci fa soffrire. complimenti Vincenzo. Michelangelo
  • Mario Vecchione il 27/11/2007 20:13
    condivido il commento di angelica e... grazie del tuo... saluti
  • Nunzio Buono il 27/11/2007 19:10
    un introspettiva che si cerca a ritroso nel passato, dai primi passi incerti a dischiudere la vita... bella! ciao Nunzio
  • Anonimo il 27/11/2007 19:07
    Senza amore, la vita ha poco senso.
    Consapevoli del fatto che amare l'amore porti, si, tante gioie, ma anche tanto dolore, non se ne può fare a meno.
    Piuttosto che appassire, ci conviene continuare ad amare e a cercare quell'amore capace di colmare il vuuoto che soffoca l'anima.
    Complimenti Vincenzo.
    Angelica
  • tania tania il 27/11/2007 14:44
    Affascinante il potere del ricordo... e che splendida poesia Vincenzo! Bravo! Mi hai emozionato...
  • Gabriella Salvatore il 27/11/2007 14:15
    bisogna ritrovarli quei passi, Vincenzo.
    Molto bella
  • rexia argento il 27/11/2007 13:48
    mi sono lasciata andare leggendo, mi è tornata voglia d'amare. Bravo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0