accedi   |   crea nuovo account

Festa

Scintillano sul lungo tavolo
pacchetti colorati.
Dalla leggiadra balconata
un improvviso raggio mi raggiunge.
Sorpresa alzo lo sguardo
e in vicina-lontananza
ecco il tuo dono appare:
l'Etna brilla di bellezza eterna
avvolta in bianco candore
è impronta della Tua Divina
Onnipotenza.
Ora risate corrono argentine
gioia sempre fresca d'amicizia
assaporata quale dono gratuito
d'amore.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • aleks nightmare il 29/05/2009 21:06
    Particolre!
  • Riccardo Brumana il 27/02/2007 22:28
    buono l'inizio ma non è chiaro il senso della metafora che vanifica il tutto. peccato
  • Rosarita De Martino il 09/09/2006 19:37
    "Festa" è il dono gratuito e sacro dell'amicizia che rende eterni gli attimi condivisi nella gioia.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0