PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

"Niente è più"

L'alba del giorno dopo
compagna del mesto andare,
campane dal suono lugubre
affogano miei pensieri.
Niente è più!
Tinto di nero il sole
spenti tutti i miei sogni.
Tornado è la dolce brezza,
crollano le mie torri.
Niente è più!
Le nebbie degli irti colli
bucate con occhi rossi,
tempeste nei tanti mari
vinte con te al timone.
Niente è più!
Vile mio capitano
compagna del navigare,
nei mari della vita
lasciasti per prima il ponte.
Niente è più!
E i flutti che or si infrangono,
i canti delle sirene,
scuotono il mio essere,
ormai senza domani.
Niente è più!
Faro del mio passato,
rotta del nostro andare,
dal cielo cala una cima,
tirami su da te!

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

13 commenti:

  • Anonimo il 18/03/2010 17:45
    Niente di più perchè il dolore è sordo e tutto di un pezzo. Non ha fronzoli e sbavature, il dolore... come la tua poesia. Tutta in tema dalla prima porola all'ultima, caro artista.
  • Ezio Grieco il 31/01/2008 13:45
    Ciao Lucia, ti ringrazio.
    mikelus
  • lucia cecconello il 23/01/2008 22:46
    molto sentita bravo ciao
  • Ezio Grieco il 03/01/2008 22:08
    Ciao Augusto, bellissimo commento anche il tuo; grazie, siete squisiti.
    mikelus
  • Ezio Grieco il 03/01/2008 22:07
    Ciao Gabriella, che bel commento, grazie.
    mikelus
  • augusto villa il 17/12/2007 21:29
    Bellissima, sei riuscito a trasmettere sì il sentimento, ma cosa assai più difficile, la sua giusta intensità... Che dire se non che sei bravissimo?... Grande!
    Ciao!
  • Gabriella Salvatore il 15/12/2007 11:48
    C'è una tristezza e una malinconia davvero struggente, l'ultimo verso fa piangere da quanto è bello, profondo e sentito.
    Bravissimo Michele
  • Ezio Grieco il 15/12/2007 11:30
    Ciao Michelangelo, commento molto gradito ed.. appropriato; grazie
    Mikelus
  • Ezio Grieco il 15/12/2007 11:28
    Ciao Angelica, mi scuso anche con Te.
    Ti ringrazio del commento, lo sai come aspetto che tu passa per i miei post.
    Un saluto
    mikelus
  • Ezio Grieco il 15/12/2007 11:26
    Ciao Sole, rispondo con ritardo x problemi alla connessione al sito; hai ragione, si respire aria triste, però è un tema triste, visto che è il rimpianto per il compagno che non c'è più.
    Grazie del commento
    mikelus
  • Michelangelo Cervellera il 04/12/2007 21:32
    è proprio così, "niente è più", quando si perde qullo che è sino a quel momento è la nostra ragione d'essere ed allora la tristezza, la sfiducia, la consapevolezza di non avere strade da percorrere (che poi quasi sempre non è così ci avvolgono nel loro manto e ci soffocano nel dolore e nel rimpianto. Mi è piaciuta Michele, in tutta la sua tristezza mi è piaciuta molto. Michelangelo
  • Anonimo il 01/12/2007 11:56
    Momento di grande sfiducia, che ognuno di noi (almeno una volta e anche di più ha provato.
    Sei riuscito a descriverlo poeticamente.
    Bravo Michele.
    Ciao
    Angelica
  • Sole Luna il 29/11/2007 15:56
    .. quanta tristezza e sfiducia leggo... no no non va mica bene così... a parte gli scherzi molto sofferta... "Niente e più mi dovrà distogliermi dal vivere" ... ecco così è meglio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0