accedi   |   crea nuovo account

Sfarfallare sempre in evoluzione

No... non dimenticherò mai le scommese
l'orbita dei miei occhi che cercavano e cercavano
spingendosi verso l'esterno e rischiando rischiando
d'entrare a far parte degli storpi ottici

No... costretti a marciare per Statale
ed ascoltare reaggeton che incolla
che brucia e fa passare la fame
per tartassare le mure d'opposizione morale
e le vecchie continuano ad invecchiare
mentre anziani in crescita ascoltano
Country blues La margherita
calda la troverai sotto il bancone in pizzeria

I limiti che costeggiano la pazzia
non son delineati da filo spinato
e anzi senza nessuna magia
gli si può superare camminando
a capo chinato

Non facciamoci superare dagli avvoltoi
il rischio di diventare prede è sempre dietro
il palo della fiducia e nella poltrona
affianco al telecomando
Maurizio Costanzo
ti ascolto molto a scazzo

Nella mia ignorante indifferenza
cammino tra la folla
un fiume di vino e birra
c'è perfino quello in bolla
e nessuno ti dice
"Zitto e cirra!"

I sogni non son finzione
basta solo l'immaginazione
e tutto quel che vedrai
con l'aspetto di un intuizione
prenderà l'aspetto del destino


La chioma di questa notte è fuori forma
con la luna un po sbiadita non rende chiara la divisa
Vai a avanti e non ti stanchi
e non ti vergogni nel cambiare uniforme
Rendi chiara la giornata
con naturali schizzi d'euforia
e dubiti nel vedere ferme forme
Fatti fritti e fatti forza
firmi e sfuggi
foto e fate
fingi fisso
freno e fingo
Faccio e fecci
fungi e funghi

il classico cielo
ritratto dall' estro ebbro
chiaro tragico delirio di vita
santo male chiara onda
vortice d'anime precipitose
e non giace chi vuol giacere

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Ada FIRINO il 14/12/2007 00:24
    Carlo descrivi bene una realtà dura, spesso frivola, Tv superficiale, avvoltoi che cercano di sbranarti, in un crescendo di indifferenza che finisce col diventare la nostra indifferenza.
    Complimenti per questi versi, considerata la tua giovane età.
  • Carlo Caredda il 29/11/2007 19:08
    Grazie, comunque...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0