accedi   |   crea nuovo account

Chiude il giorno alla notte

Si chiude come un telo
il giorno ormai passato
lasciando il giusto passo
alla soglia della sera.

La regina si è vestita
solo nero il suo colore
volteggiante il tabarro
scende il manto della notte.

Si apre al buio avanzando
tra le stanze infreddolite
lunghe ombre di vapori
riflessi opachi dalla luna.

Cala liscia e senza peso
fredda nebbia di mattoni
cela opaca alla vista
il fluido andare della vita.

Cupo e tetro il mantello
argentei spifferi di vento
che ti stringono a morsa
lungo il cammino senza tempo.

 

1
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Antonietta Di Costanzo il 12/12/2007 14:55
    molto bella complimenti!!
  • Maria Gioia Benacquista il 03/12/2007 15:55
    Bellissima e molto musicale. Bella descrizione della notte che avvolge col suo nero mantello... e le stanze infreddolite... Poca luminosità, riflessi opachi, si vede e si sente che è autunno o inverno!
  • nicoletta spina il 02/12/2007 23:06
    molto bello questo tuo omaggio
    alla notte, regina dei nostri sogni, che ci regala luna e stelle. Ciao concittadino
  • Anonimo il 02/12/2007 18:21
    Che bello, finalmente il giorno lascia lo spazio alla mia tanto amata notte.
    Strofe molto belle, la terza mi è piaciuta tanto.
    Bravissimo, Silvano, Ciao
    Angelica
  • Gabriella Salvatore il 02/12/2007 16:22
    mi piace la notte che avvolge con il mantello, meglio ancora il tabarro.
    Scritta bene e fluida nel leggerla
  • patrizia chini il 02/12/2007 15:42
    Una poesia che si legge tutta d'un fiato, emergono delle belle immagini "la regina si è vestita"...
    Notte che viene, però, senza portare con sè emozioni, come se il poeta non la amasse e dovesse subirla anzichè viverla.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0