username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il branco!

Picchia forte amico!!!

Mostrami quanto alto sai volare;
la tua ombra è come tante altre,
ma le sue movenza terrore incutono
a chi non è come noi!

Non c’è santuario blasfemo che ci resista più del terzo giorno,
non c’è oscuro demone che ci possa intimidire,
non c’è cura che ci possa fermare,
poiché noi siamo la cura

      cattiva,
                brutale,
                          devastante,

La cura estrema...
all’estremo male!!


Sento il sangue pulsare nelle vene;
è il flusso di vita eterna
che mi conduce alla risoluzione.

e tu amico...
picchia più forte!!

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

89 commenti:

  • Gino il 12/09/2015 17:32
    Pura violenza in atmosfera poetica. Rappresentazione ben riuscita.
  • Riccardo Brumana il 05/04/2009 23:58
    Floriana, grazie del passaggio... azzz!
  • Anonimo il 05/04/2009 22:00
    101...

    azzz... che forza!!!!!
  • Riccardo Brumana il 04/04/2009 01:49
    Sophie, ci sono cose che fanno questo effetto!
    ti ringrazio del commento, un abbraccio.
  • Anonimo il 03/04/2009 20:13
    Bollente il sangue nelle vene... è un brivido. Mi è piaciuta Ric... bravò.
  • Riccardo Brumana il 03/04/2009 19:33
    Monica, mi onori con i tuoi commenti ti ringrazio!
    mi fa piacere ti sia piaciuta, non capisco perchè gli ultimi due versi non sono allineati con "la cura estrema..." come dovrebbero essere.
    vedrò di sistemare. grazie, un bacio.
  • Anonimo il 03/04/2009 18:56
    Toni sempre molto forti e molto inteessanti.
  • Riccardo Brumana il 30/09/2008 23:49
    Sonia, a dire il vero ho cambiato pc da poco... ma non per le mie dita "pesanti"!!!
    felice che la poesia ti sia esplosa dentro, se vuoi ti invio un'ambulanza, oppure posso venire io, sono specializzato in primo soccorso, e respirazione assistita!!

    ciao bella, a rileggerci.
  • Sonia Di Mattei il 30/09/2008 22:59
    un detonatore che deflagra con dirompente, micidiale precisione.
    non vorrei trovarmi da quelle parti quando sei di quest'umore .
    Comunque di grande effetto!
    hai distrutto la tastiera mentre la scrivevi?
    ciao
  • Riccardo Brumana il 16/03/2008 01:04
    Giampaolo, ogni interpretazione è benvenuta.
    grazie per la tua attenzione ai miei scritti, mi fa sempre molto piacere avere il tuo parere!!!
  • Giampaolo Angius il 15/03/2008 17:10
    Per alcuni pazienti solo il bisturi è la soluzione e l'aspirina solo un placebo più per chi lo prescrive che per chi lo assume. Ho interpretato correttamente? Comunque i versi imprimono a fuoco sensazioni indelebili e questo è l'effetto voluto. Serene 24 ore
  • Riccardo Brumana il 17/02/2008 01:03
    Agnese, porta a marginare l'emorragia che provoca il male...
    questa mia composizione "come le altre" può essere letta a "doppio strato". gratta la superficie.
    grazie per i complimenti!!!
  • agnese perrone il 14/02/2008 14:36
    ... dove porta il picchiare più forte?...
    Però sempre bravo Riccardo, complimenti.
    Ciao
  • Riccardo Brumana il 07/01/2008 21:26
    Renato, allungalo con un po' d'acqua... è un consiglio spassionato
  • celeste il 07/01/2008 20:59
    L'essere estremo non giustifica la soppraffazione.
    Lupo? ... Ululà!
    Castello? ... Ululì!
    Così parlò Igor, anzi Aigor!
    A dire di Guy de Mountpassant.
  • Riccardo Brumana il 22/12/2007 12:27
    complimenti per il luogo e il tempo!
  • Riccardo Brumana il 19/12/2007 22:37
    Tiziana, grazie del commento, mi piacerebbe vedere con che istantanea "visto che con le foto te la cavi alla grande" immortaleresti la mia poesia! ciao.
  • Riccardo Brumana il 19/12/2007 22:33
    Adelaide, spero non ti stancherai... il viaggio è appena cominciato!!!
  • Riccardo Brumana il 19/12/2007 00:57
    Donatella, i tuoi commenti sono rari come gocce d'acqua nel deserto e averne uno per me è un onore. grazie! ciao
  • donatella bellucci il 18/12/2007 23:08
    veramente bella!
  • Riccardo Brumana il 17/12/2007 18:11
    Romilda "ti ho chiamata in modo giusto stavolta ma non farci il vizio " è con un elegante inchino che accolgo i tuoi complimenti!
    ciao Romina, grazie ancora.
  • Riccardo Brumana il 17/12/2007 18:08
    Daniela, a quanto pare ci "colpiamo" a vicenda grazie del passaggio!!!
  • Daniela Treccani il 16/12/2007 04:32
    Veramente bella e bella la frase e tu amico picchia più forte, la cura estrema all'estremo male, mi ha colpito bravo
  • Riccardo Brumana il 14/12/2007 11:39
    appunto... e chi vi ferma più...
    siete un po' pericolose in coppia voi due!
  • Ada FIRINO il 13/12/2007 23:17
    Gabry, Riccardo è un paladino, con lui andiamo sul sicuro!
    Ma anche a me la forza non manca.
    Bacio.
    Ada
  • Gabriella Salvatore il 13/12/2007 22:25
    Allora noi due Ada andiamo benone, io meno, tu tira fuori l'arma della dolcezza.
    Riccardo, so che comunque provvederai, è per questo che ho coraggio
  • Ada FIRINO il 13/12/2007 22:18
    Gabry, ha ragione Riccardo! Noi donne non ci ferma nessuno neanche da sole, non una con una grinta come la tua! E poi la dolcezza fa il resto. Credo che anche questa sia un'arma molto potente.
    Ada
  • Ada FIRINO il 13/12/2007 22:14
    Riccardo, non intendevo menar le mani (odio la violenza), intendevo picchiare forte in senso morale. Due volte solo, in vita mia, ho dato uno schiaffone ad un uomo, una, perché stava per mollare un pugno in testa ad un bimbo di 6 anni, l'altra per... salvarmi la pelle. Come dicevo... a mali estremi.
    Sei forte, amico!
    Con affetto.
    Ada
  • Riccardo Brumana il 13/12/2007 18:06
    gabry, voi donne non vi si ferma nemmeno sole!!!
    ciao
  • Riccardo Brumana il 13/12/2007 18:04
    Ida mi fa piacere che siamo dello stesso pensiero, ma come detto, questa è una soluzione strettamente maschile. lo so, sono all'antica, ma una donna non deve mai arrivare alle mani, se è il caso "l'ultima possibilità" sarà l'uomo più vicino ad essa che provvederà!
  • Riccardo Brumana il 13/12/2007 17:55
    Ugo, grazie d'aver visto la poesia dalla giusta angolazione.
  • Riccardo Brumana il 13/12/2007 17:53
    Ignazio, credo che il pensiero: "il componente del branco da solo è un vigliacco" sia un luogo comune errato come gli altri. parlo per la mia esperienza ovviamente. grazie del commento.
  • Gabriella Salvatore il 13/12/2007 16:10
    Dai Ada unisciti al branco, se uniamo le foeze noi donne chi ci ferma più?
  • Ada FIRINO il 13/12/2007 15:16
    Hai ragione Riccardo, non sempre "picchiare forte" è indolore, a volte fa più male a noi che agli altri, ma quando è necessario, è il momento di prendere decisioni "forti"!
    A mali estremi...
    Ada
  • Ugo Mastrogiovanni il 13/12/2007 10:49
    Versi di azione, possenti, che lasciano il segno; un avvertimento a difesa del più debole.
  • Aedo il 13/12/2007 00:17
    Vivere in branco sembra essere una consuetudine per una società opulenta, che mira solo al successo e all'immagine. Spesso se stacchiamo l'individuo dal branco, ritroviamo un disorientamento totale; ma allora al di là dell'omologazione, non vi è nulla?
    Ignazio
  • Riccardo Brumana il 12/12/2007 22:11
    Ada, la vita è un algoritmo inperfetto, le imperfezioni sono le nostre decisioni prese contro il "buon senso" poichè esso a volte è guidato dalla nostra paura di prendere decisioni "forti". per ogni male; la sua cura!
    ... e non sempre è indolore.
    grazie del commento.
  • Riccardo Brumana il 12/12/2007 22:03
    Ivan, gradita la tua visita! grazie
  • Riccardo Brumana il 12/12/2007 22:01
    Lestat, insieme fino alla fine! e non finirà fi che il cuore continuerà testardo a pompare sangue!!!
  • Ada FIRINO il 12/12/2007 02:33
    Sono sempre per la pace, il mio cuore è pieno d'amore, ma conosco una persona che vorrei davvero "picchiare forte": "la cura estrema all'estremo male"!
    Che sia davvero questa la risoluzione? Forse!
    Versi apparentemente duri, a tratti taglienti, ma veri e sentiti. Belli i versi "è il flusso..."
    Ada
    Ada
  • Ivan Bui il 11/12/2007 22:30
    Anche a me é piaciuta molto. Bravo.
  • Lestat V il 11/12/2007 19:15
    come un branco di lupi uniti e compatti fino all' ultimo respiro!!!!!!!! bella ciao Lestat
  • Riccardo Brumana il 10/12/2007 19:00
    Agusto, grazie pe gli apprezzamenti.
    con stima; Riccardo.
  • Riccardo Brumana il 10/12/2007 18:57
    Ida, quando affrontiamo la vita con passione è impossibile rimanere ancorati al suolo!!! grazie per la gradita visita
  • augusto villa il 07/12/2007 21:14
    Bravo Riccardo!!!... gliel'ho detto anch'io!!!... Capito Rexia?.. Opps... Bella poesia!... Stimolante, fa discutere... Insomma, gradita!
    Ciao!!!
  • Ida Maria Bertini il 07/12/2007 19:01
    Ciao Riccardo, bravo mi è piaciuta molto. Quando amo volo alto!
  • Riccardo Brumana il 06/12/2007 16:07
    Rexia, sei tu la Regina del tuo mondo, mi spiace per quel che ti è successo ma non permettere che il male trionfi, pultroppo qui, come ovunque del resto, di tanto in tanto, arriva il saputello arrogante e maleducato, non ci si può far niente, ma difendersi sì! e mollare mai!
    per quello che può valere, ti chiedo di restare! sia per te che per chi verra, il sito ha bisogno di anime come la tua!!!
    ripensaci Rexia, tvb!
  • rexia argento il 06/12/2007 15:15
    10 alla bravuta di riccardo.


    Perdonatemi, sono sicuramente una voce fuori dal coro. Non so se l'autore preferisce obiettività o commenti per accaparrarsi crediti, per poi pubblicare. Non so quanto i messaggi scritti in fondo, dopo l'entusiasmo che un'anima ha lasciato uscire a fiotti da dentro siano davvero onesti, sinceri... se contano di più parole come BELLISSIMA o opinioni serie. Quanto contano per voi questi voti ma, soprattutto, vi sentite TUTTI davvero in grado di vaotare? Di fare i professori su una materia che (se resta un minimo di sale nelle vostre zucche) non si può insegnare nè, purtroppo si può imparare.
    Dimostrerei un teorema se dicessi ora che visto quanto ho appena scritto, la poesia non si vota. Si commenta. Si legge con le orecchie tese. Può far rabbrividire. Può lasciare indifferenti. Io copierò ed incollerò questo messaggio ovunque, senza permettermi di lasciare voti nè giudizi. Voglio che tutti sappiate che ho subito uno scempio sulle quattro schifezze che ho pubblicato qui dentro, pensando che fosse un mondo fuori dal mondo. Niente diversità e discriminazioni. Per Dio. È solo poesia. SOLO. Poesia.
    Lascio il sito poesie e racconti e cancellerò quelle che chiamano OPERE e per me sono solo sfoghi dell'anima a cui spesso non do nemmmeno peso. A volte nemmeno rileggo. Pensate... pensate se scrivessi per vincere. Se esiste una coppa o un trofeo lo lascio a chi merita. IO meritavo solo rispetto, questo chiedevo, dentro e fuori di qui. Rexia. Morta oggi.
  • Riccardo Brumana il 05/12/2007 18:36
    Vincenzo, mi fa piacere la tua visita!!! con passione si vive, con passione si ama. con l'indifferenza si muore!
    ciao, a rileggerci.
  • Riccardo Brumana il 05/12/2007 18:28
    Cinzia, troppo buona, ti ringrazio!
  • Cinzia Gargiulo il 05/12/2007 15:05
    Ma Ric il sale alle spalle non l'ho mai gettato!!!...
    Come il sale dàsapore ai cibi tu dai "sapore" a questo sito...
    E comunque sei tanto dolce anche quando fai il giustiziere perchè non lo fai per aggredire ma per difendere chi ami!!!
  • Riccardo Brumana il 05/12/2007 13:01
    Mare, i pensieri tuoi rispecchiano i miei, grazie del commento, per me è sempre un piacere leggerti ciao.
  • Riccardo Brumana il 05/12/2007 12:53
    mary, farò sempre del mio meglio per aiutare il prossimo che è in difficoltà, l'ho promesso a Lui... e lo prometto anche a te!
    tuo amico Riccardo.
  • Riccardo Brumana il 05/12/2007 12:47
    Nicoletta, il tuo sorriso scalda più del sole d'agosto grazie!!!
  • nicoletta spina il 05/12/2007 07:34
    al di fuori delle beghe... la tua poesia è bella comunque. la tua arma è la penna, il sangue che scorre l'inchiostro, così hai sublimato la rabbia con una poesia... almenno io ho voluto capirla così. anch'io a volte immagino di schiaffeggiare e prendere a pugni chi manifesta arroganza, ingiustizia, ipocrisia, opportunismo, meschinità, violenza... e contro l'indifferenza sfodero un ironico sorriso... ma quello per te non è ironico ma sincero
  • Riccardo Brumana il 05/12/2007 00:50
    Maria, la storia che sta dietro a questa poesia (intendo a quello che mi ha portato a comporla, non hai commenti sotto) è lunga e non è il caso che stia qui a raccontarla poichè così ognuno la può leggere in base alle proprie esperienze, quello che racconto comunque è il fermare con la forza qualcuno che stava facendo del male a chi non riusciva a difendersi. grazie del commento.
  • Maria Lupo il 05/12/2007 00:38
    La poesia mi è piaciuta, soprattutto nello stile, ma non sono d'accordo con l'interpretazione che molti ne hanno dato... cioè, pensavo che fosse una paradossale descrizione della violenza del branco e non certo l'invito a picchiare per difendersene, anche se questo potrebbe essere giusto...
    Comunque, Riccardo, come sai non mi piace molto inserirmi in queste discussioni chilometriche dove volano anche insulti. Resta il giudizio positivo soprattutto sull'efficacia della rappresentazione, sulla forza delle immagini che è una tua caratteristica.
  • Riccardo Brumana il 05/12/2007 00:15
    non ce la faccio...
    Aleister, non inventarti niente, è scritto tutto qui sotto!!! sei intervenuto in un discorso dove non centravi niente, hai detto la tua, ti ho invitato a esprimere la tua idea con una poesia...
    ora bello fresco torni e mi dici che ti manco di rispetto mentre mi mandi a fanculo?!?!?! sei un povero pazzo, credi di poter fare la morale agli altri e offenderli da dietro quella cazzo di tastiera! e in fondo puoi farlo, ma ricordati una cosa, solo i vigliacchi si comportano così.
    ma ti perdono

    già mi sembra di leggerti, non ho bisogno del tuo perdono ecc ecc... ma d'altronde non si può cambiare la propria natura, ora dimostami chi sei!
  • laura cuppone il 05/12/2007 00:04
    bene!!!
    :
  • laura cuppone il 05/12/2007 00:01
    ad ognuno la sua arma..
    ad ognuno la sua strada..
    ad ognuno un male...
    e la sua relativa cura...
    il tuo spirito lo sa..
    qual'è..
    c'è l'emblema!

    ciao..
    L
  • Riccardo Brumana il 05/12/2007 00:01
    Aleister ti perdono!

    come sono andato Laura
  • Riccardo Brumana il 04/12/2007 23:57
    Laura, hai ragione, ma l'arma bel perdono la puoi "sfoderare" quando la vittima sei te stessa... e qui io parlo di attacchi, ma ad altri e perdonarli avrebba un sapore troppo amaro per me... ciao
  • Riccardo Brumana il 04/12/2007 23:50
    Angelica, mi spiace ma dovrai accontentarti del bordo campo, anche se credo che ne stenderai anche tu con l'amore... a colpi di bacini non sbagliare però, altrimenti stenderai anche me
  • laura cuppone il 04/12/2007 23:45
    come giustamente sottolineato da te, bisogna far qualcosa... sempre.. o per lo meno, bisognerebbe...
    ma ognuno ha le sue armi..
    ognuno sfodera la sua spada..
    la mia il più delle volte, ahimè, è quella del perdono..
    la tua dell'orgoglio e della risposta, colpo su coplo!!
    forse abbiamo diversi metodi..
    forse Michelangelo pensa alla "canna di fucile.."
    non ho mai creduto che il fine giustificasse i mezzi e t'assicuro che ho desiderato anch'io che qulcuno pagasse caro...
    a volte prego per lui..
    forse questa è la mia arma peggiore..
    le eccezioni sono tante, Riccardo..
    l'importante è arrivare alla risoluzione...
    ciao L
  • Riccardo Brumana il 04/12/2007 23:45
    Cinzia, sarei il sale? ti ho detto che la vecchia usanza di gettarlo alle spalle non è più di moda ciao
  • laura cuppone il 04/12/2007 23:43
    come giustamente sottolineato da te, bisogna far qualcosa... sempre.. o per lo meno, bisognerebbe...
    ma ognuno ha le sue armi..
    ognuno sfodera la sua spada..
    la mia il più delle volte, ahimè, è quella del perdono..
    la tua dell'orgoglio e della risposta, colpo su coplo!!
    forse abbiamo diversi metodi..
    forse Michelangelo pensa alla "canna di fucile.."
    non ho mai creduto che il fine giustificasse i mezzi e t'assicuro che ho desiderato anch'io che qulcuno pagasse caro...
    a volte prego per lui..
    forse questa è la mia arma peggiore..
    le eccezioni sono tante, Riccardo..
    l'importante è arrivare alla risoluzione...
    ciao L
  • Anonimo il 04/12/2007 23:37
    Allora mi sa che neanche io potrò scendere in campo.
    La mia stupida ingenuità, nel voler combattere il marcio con L'amore, continua a causarmi grandi delusioni e soffrenze, eppure continuo a picchiar forte, forte e ancor di più, sempre con le stesse armi.
    Qualche volta vinco anche io, anzi vince l'amore. Eppure a volte capita di volermi liberare di tutta quella bastarda rabbia che vorrebbe esplodere e ferire, ma l'altra parte, cacchio, è più tenace e possente.
    Le tue poesie Riccardo, sono belle anche perchè aprono dei dibattiti interessanti.
    Ciao Riccardo
    Angelica
  • Riccardo Brumana il 04/12/2007 23:25
    michelangelo non sei martire e non sei guerriero stai nel centro e ti barcameni come meglio puoi, come tutti noi, ma la tua sottile ironia la trovo un po' fuori luogo. Al poe "cambiato nome èh!?" la grinta che hai potresti usarla per trasmettere i tuoi ideali le tue soluzioni anzichè criticare quelle altrui. questa è la mia poesia può piacere o meno ma "attaccarmi" con discorsi moralisti è al quano fuori luogo. voi che fate per migliorare il mondo che vi circonda? non ditelo a me! fatevi una vostra poesia e ne sarete lodati... forse.
  • Cinzia Gargiulo il 04/12/2007 23:18
    Bene, bene Riccardo!!... sei il "sale" di questi sito... ogni tua poesia solleva grandi discussioni!!... Il che è molto positivo, significa che nel "bene" o nel "male" nessuno resta indifferente nei confronti di ciò che scrivi...
  • Michelangelo Cervellera il 04/12/2007 23:10
    Mai pensato di fare il martire, per i miei ideali ho sempre combattuto e tento di farlo ancora. Una persona molti anni fa ha detto " il potere nasce dalla canna del fucile". Ora con i non valori e i non ideali che la società trasmette
    tutto è più difficile. Ma se la gente rinsavisce...
  • Riccardo Brumana il 04/12/2007 23:09
    vedo che l'argomento ti appassiona, o forse è semplicemente che mi vorresti cancellato dal sito, mi hai già detto in più occasioni che non ti vado a genio e che il mio stile non ti piace, ma a quanto pare non puoi respingermi.
    e anche stasera hai dimostrato la tua obbiettività. complimenti.
  • Riccardo Brumana il 04/12/2007 22:57
    i martiri son morti perchè hanno scelto altre strade... se vedi un cane sbranare un gatto che fai? puoi digli che sbaglia, sperando che il gatto nel frattempo non muoia e che al contempo si ravveda prima che finisca, altrimenti sbranerà anche te...
    ... oppure...
    picchi più fotre... e poi magari gli spieghi perchè le ha prese.
    ps questa del cane è ovviamente una metafora!
  • Riccardo Brumana il 04/12/2007 22:27
    Michelangelo, la destinazione si può raggiungere in diversi modi, l'importante è non sedersi a fissare l'orizzonte.
    purtroppo a combattere di soli ideali si rischia di morire martiri. grazie del commento.
  • Michelangelo Cervellera il 04/12/2007 22:18
    Io sono per le pari opportunità, quindi si divertano anche le signore con questi bastardi.
    Anche questa una poesia forte. Man mano che la decadenza di ideali e culturale prende il soppravvento e la paura o il menefreghismo la fanno da padroni, questa gente che crede che con la violenza può ottenere tutto, e non solo i branchi, continueranno a prosperare. Possiamo picchiarne uno ogni tanto ma non solo con la repressione si risolve il problema. Michelangelo
  • Riccardo Brumana il 04/12/2007 22:13
    per scendere in capo, non devi avere paura di far male "altrimenti hai già perso" e secondo devi mettere in conto che sentirai male ma nonostante questo non ti devi fermare!!!
    ma come ti dicevo... non è cosa per te!!! ciao gabry, fai la brava
  • Gabriella Salvatore il 04/12/2007 21:44
    e se mi travesto da uomo? cosa si deve fare per scendere in campo.
    ok Riccardo, in fondo sono quelli gli uomini che le donne cercano
  • Riccardo Brumana il 04/12/2007 21:38
    Gabriella, grazie per la disponibilità ma sono all'antica, credo ancora che ci siano cose che spettano solo a noi uomini! mi piace la tua grinta però! ciao, e grazie ancora.
  • Gabriella Salvatore il 04/12/2007 21:23
    Grande Riccardo, falla uscire a fiumi la tua rabbia, che sia risolutiva, che sia estirpante cura, ti aiuto a picchiare anch'io, più forte. 10 come sempre ciao
  • Riccardo Brumana il 04/12/2007 21:22
    Caterina, grazie per l'ossigeno, solo in altre due composizioni ho usato questo stile, e con più ci prendo confidenza più mi piace, ma molto dipende dal contesto e dal contrasto delle emozioni che mi hanno fatto scrivere la poesia. grazie ancora.
  • Riccardo Brumana il 04/12/2007 21:12
    Anna, il mondo non è un posto quieto e per togliere le perle cadute nel tombino bisogna sporcarsi le mani. ciao Anna, tvb.
  • Anna G. Mormina il 04/12/2007 21:02
    Rabbia? grinta?...
    ... Hei amico, "picchia più forte", ma... con l'arma dell'amore!
    Non posso che dirti: bravo Riccardo!
  • Riccardo Brumana il 04/12/2007 21:01
    ciao merda,
    i tuoi voti senza commento, il tuo odio...
    è il mio onore!!! Stronzo!
  • Riccardo Brumana il 04/12/2007 20:59
    Aleister, l'ho strutturata così perchè i tre aggettivi sono più che semplici parole, portano a visualizzarci in azione, lo spazio serve per dar respiro e "assaporare", la piccola frase a destra, sola, isolata, a sè stante chiude la strofa in modo risoluto, come un pugno.

    grazie per la gradita visita, a rileggerci.
  • Riccardo Brumana il 04/12/2007 20:49
    Laura, è "luogo comune" che chi si mette a difesa possa-voglia usare solo le buone maniere e il perdono a oltranza... ma ogni regola ha le sue eccezioni. grazie per l'attenzione che sempre mi dimostri.
  • Riccardo Brumana il 04/12/2007 20:39
    Sara, il tuo commento mi sorprende, come un gattino che mostra i denti. grazie del commento ma le armi lasciale a noi, le signore come te hanno ben altri argomenti da "sfoderare", grazie mille per l'appoggio.
  • Riccardo Brumana il 04/12/2007 20:31
    Cinzia, il primo commento è sembre speciale!!! grazie, e che dire... se si può aiutare un'amica non ci si tira indietro, mai!
  • laura cuppone il 04/12/2007 18:16
    come una scossa di terremoto... si affronta a viso aperto e si sfida senza paura il male... con l'arma inesorabile e letale del "flusso di vita eterna"..
    come l'onda d'urto del suono.. devasta e rade al suolo.. purifica!!!
    la cura.. la risoluzione potente..
    come le tue parole...

    complimenti Riccardo..
    l'emblema...è evidente!!!
    nulla ti può smentire!!!
    ciao L
  • sara rota il 04/12/2007 16:33
    Una poesia dall'animo forte... una poesia che urla giustizia... una voglia di cambiare il mondo, di renderlo migliore, acnhe se per fare ciò sono necessarie "armi" che non siano solo parole. Bella e grintosa, bravo Riccardo.
  • Cinzia Gargiulo il 04/12/2007 15:11
    Sempre pronto a far giustizia il branco!...
    "Siamo la cura estrema all'estremo male"...
    ... Terrò presente...
    Poesia forte come molte altre che hai scritto...
    Bella!!!...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0