accedi   |   crea nuovo account

Amarti

Odo le parole
della nuova aurora,

nuovi fremiti della terra
mi parlano di te,

tremule luci
sussurrano il tuo nome,

ed io ascolto e sogno.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

23 commenti:

  • TIZIANA GAY il 15/02/2008 12:57
    Mi piace l'immagini delle luci... dove tutto ti sussurra l'amore.. bravo!
  • Gabriella Salvatore il 18/01/2008 13:26
    sottovoce e densa di delicatezza e amore
  • Ada FIRINO il 18/01/2008 13:19
    Sussurro dell'anima, bisbiglio dei sensi che parlano delicatamente d'amore. Dolce come te, Michelangelo.
    Ada
  • lucia cecconello il 10/01/2008 19:47
    bella e delicata ciao
  • Cinzia Gargiulo il 10/01/2008 19:33
    Poesia di una delicatezza estrema che fa sognare chi la legge.
    Bravo!
  • Anna G. Mormina il 27/12/2007 14:09
    Quando nasce un amore, ci sembra di essere rinati ad una nuova vita!
    Molto bella, complimenti, un sorriso!
  • Gabriella Salvatore il 14/12/2007 21:19
    Molto bella Michelangelo, davvero dolcissima
  • Maria Lupo il 07/12/2007 00:39
    Rexia ha postato questo commento su tutte le opere lette recentemente. Non so cosa le sia successo, ho letto alcuni dei suoi scritti e non mi pare proprio che siano stati così maltrattati come dice... forse si tratta di un singolo episodio che l'ha colpita
  • Michelangelo Cervellera il 06/12/2007 21:05
    Ciao Rexia, ho letto il tuo sfogo e mi ha lasciato sbigottito.
    Non so chi abbia potuto far scempio dei tuoi scritti che per me sono sempre stati come lo sono i miei e di quasi tutti quelli che scrivono, come dici bene tu, solo sfoghi dell'anima. Certo che si preferisce commenti obbiettivi, per quanto riguarda i voti penso che tutti più o meno abbiamo ricevuto voti bassissimi prossimi allo zero senza una riga di commento, ma queste persone sono solo celebrolesi, non so perchè lo facciano, sicuramente non hanno niente da dire, non ne sono in grado e cmq non me ne frega niente.
    Io, come te e molti altri scriviamo solo per comunicare, la nostra gioia, il nostro dolore, il nostro disagio, i nostri sogni e daccordo con te se ci fosse un premio, che altri lo prendano. Detto questo, perchè vuoi andartene? Cosa contano quattro imbecilli con il privare molti di noi delle tue emozioni?
    Non avresti pubblicato più di 60 poesie se proprio non te ne fregava niente. Io ti chiedo di rimanere e continuare a parlare di te e leggere di noi attraverso i tuoi e i nostri scritti. Tu, come tutti noi meritiamo solo rispetto e chi non sa cosa sia, si fotta.
    Michelangelo
  • rexia argento il 06/12/2007 15:14
    voto 7 per l'ultimo verso.
    Non amo molto la parola sogno, avrei votato di più ma il messaggio che segue (che non è rivolto a te Michelangelo spiegherà il perchè di tanto timore nell'esprimermi quest oggi) Con affetto.

    Perdonatemi, sono sicuramente una voce fuori dal coro. Non so se l'autore preferisce obiettività o commenti per accaparrarsi crediti, per poi pubblicare. Non so quanto i messaggi scritti in fondo, dopo l'entusiasmo che un'anima ha lasciato uscire a fiotti da dentro siano davvero onesti, sinceri... se contano di più parole come BELLISSIMA o opinioni serie. Quanto contano per voi questi voti ma, soprattutto, vi sentite TUTTI davvero in grado di vaotare? Di fare i professori su una materia che (se resta un minimo di sale nelle vostre zucche) non si può insegnare nè, purtroppo si può imparare.
    Dimostrerei un teorema se dicessi ora che visto quanto ho appena scritto, la poesia non si vota. Si commenta. Si legge con le orecchie tese. Può far rabbrividire. Può lasciare indifferenti. Io copierò ed incollerò questo messaggio ovunque, senza permettermi di lasciare voti nè giudizi. Voglio che tutti sappiate che ho subito uno scempio sulle quattro schifezze che ho pubblicato qui dentro, pensando che fosse un mondo fuori dal mondo. Niente diversità e discriminazioni. Per Dio. È solo poesia. SOLO. Poesia.
    Lascio il sito poesie e racconti e cancellerò quelle che chiamano OPERE e per me sono solo sfoghi dell'anima a cui spesso non do nemmmeno peso. A volte nemmeno rileggo. Pensate... pensate se scrivessi per vincere. Se esiste una coppa o un trofeo lo lascio a chi merita. IO meritavo solo rispetto, questo chiedevo, dentro e fuori di qui. Rexia. Morta oggi.
  • Riccardo Brumana il 06/12/2007 14:49
    poesia che fa sognare; bravo!
  • bohemien empatico il 06/12/2007 14:14
    dolcissima, delicatamente breve come un amore passeggero e bellisima come il suo ricordo.
    complimenti
  • Antonietta Di Costanzo il 05/12/2007 18:16
    stupendo richiamo della natura! bravissimo
  • Maria Lupo il 05/12/2007 00:49
    Sintetica e densa di significati... bellissimo "tremule luci sussurrano il tuo nome ", le sinestesie sono la mia passione, l'ho già detto, vero? eppure non le uso molto, non sono così brava...
  • Anonimo il 04/12/2007 23:43
    Gradevole e carica d'amore.
    Angelica
  • IGNAZIO AMICO il 04/12/2007 21:57
    Leggera, eterea, piacevole, melodiosa. Bravo
  • laura cuppone il 04/12/2007 18:23
    delicata, dolce... piena d'amore.
    bella.
    ciao L

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0