accedi   |   crea nuovo account

SELVATICA PIANTA

Io morirò.
E le mie parole?
Quelle, forse, rimarranno
o, forse, moriranno con me
o subito dopo, o mai.
Io non so
nè posso sapere
se ho trafitto cuori
o se ho fatto versare lacrime
ma ogni mia parola è un messaggio
di me al mondo,
di me a me stesso
(soprattutto),
che vola nell'etere
cercando un suo luogo
dove depositarsi
per magari fiorire
e un giorno dare frutti
per dissetare cuori
che si chiederanno
(forse inutilmente)
da dove arrivarono i primi semi
di questa selvatica pianta.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 14/06/2010 21:36
    Tutto ciò di cui parliamo in vita e tutto ciò che facciamo, ci sopravviverà, rimarrà
    comunque nell'anima di qualcuno.
    Altrimenti la vita non avrebbe senso.
  • Aldo Occhipinti il 17/07/2009 18:23
    Se potrai morto parlare,
    forse un senso avrà la vita,
    chiusa, schiusa e poi sfiorita,
    potrà muta ancor cantare.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0