accedi   |   crea nuovo account

natale

Mania silente,
d'ogni anno s'avvicina
e giù doni effimeri senza senso
purchè si spenda
nei circoli perversi del consumismo.

Ed io,
da quando son nato,
ogni anno, ricado,
nell'angoscia deprimente
senza esser felice ma,
immensamente deluso
nel vedere questa idiozia di massa
con la noia augurale,
di uno spento "Buon Natale"

Mentre il Gesù Salvatore
nasce in una misera mangiatoia
nudo ieri, abbandonato oggi
dall'egoismo parco e grasso
dello spreco.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Marcello De Tullio il 29/04/2009 08:20
    È tutto vero quello che dici. In questi tempi moderni il consumismo e i guadagno hanno rovinato anche questa festa di gioia, di amore e fratellanza in una corsa frenetica per accaparrarsi un regalo da fare, altrimenti se così non fosse sarmmo tagliati fuori da queste regole.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0