accedi   |   crea nuovo account

Se il tuo occhio

Se il tuo occhio sprofondato dentro
Si aprisse per me

Soltanto un minuto

Come un’alba
Un fiore nel deserto

Niente sarebbe vano.

Hai chiuso nella mano del mio senso
Il trillo
Fugace
Del tempo

E la notte urla.

Dovrei tornare in dietro
Fino al silenzio
Ridisfatto

Cifrare quel passo primordiale.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 26/02/2012 20:00
    è bella, ma se me lo permetti la versificazione così spezzata la rende di difficile lettura. Non per l'orecchio, che sente lo stesso tutto il tuo dolore, quanto per l'occhio che fatica a seguirlo
  • giuliano paolini il 26/07/2008 10:05
    graditissimo fu il quadro di valerio
  • carlo sorgia il 26/07/2008 10:02
    Alte sensazioni e vibranti sentimenti. Bella
  • Aurora M. il 16/02/2008 23:27
    ... la notte urla... splendido...è quello che penso anche io

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0