username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Vendetta

La Paura ti assale
senti l'odore del male?
I battiti aumentano,
i miei pensieri ti tormentano.
La fronte imperlata di sudore
ascolta, anche l'odio fa rumore!

Non è più poesia
la mia fantasia,
ma l'urlo stridente
di una fiera morente.

Raccoglierò il tuo sangue in un'ampolla,
ridendo spegnerò anche l'ultima stella
assaporerò il tuo dolore
cancellerò dalle tue guance ogni colore
ti chiuderò nell'oblio di una stanza
la dimenticanza sarà la tua unica costanza
e il tempo non avrà più senso
immerso in uno stagno putrido e denso.

Non sorgerà nei tuoi occhi mai più il sole,
non avrai neanche le parole
e la Morte non ti avvolgerà nel Suo mantello
ma chiuderà sul tuo volto anche l'ultimo cancello.

Servirò ai commensali il tuo cuore
masticando proverò il suo sapore.
Tesserò coperte con i tuoi capelli
della tua pelle farò mantelli

La tua anima vagherà senza luogo,
anche l'Ade ti caccerà dal Suo fuoco.
Niente placherà la tua sofferenza
la tua non-vita sarà un'eterna penitenza.

Con la Dea non avresti dovuto giocare
umiliando colei che t'insegnò ad amare,
la tua superbia sarà punita
e la tua essenza incenerita.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • elio roberto rinaldi il 09/03/2010 21:04
    lascia uno spiraglio alla pace l'odio che genera odio non porta da nessuna parte
  • Emanuele Perrone il 12/06/2008 12:24
    avvelenata...
  • le fabbriche dismesse il 23/02/2008 02:15
    Splendida poesia d'odio e rabbia in cui l'autrice si prepara a gustare la fine del suo un tempo amato nemico... molto bella
  • bohemien empatico il 09/01/2008 10:17
    MI INCHINO.
  • A. il 07/01/2008 13:48
    bellissima Rosita, ogni verso è carico di sentimento... e non importa quale esso sia; non esisteno alcuni più nobili di altri. Cosi come l'odio, la rabbia e la vendetta. complimenti... a rileggerci..

    A. M.
  • Ugo Mastrogiovanni il 20/12/2007 00:43
    Anche l'odio e la vendetta fanno poesia.
  • Ugo Mastrogiovanni il 20/12/2007 00:43
    Anche l'odio e la vendetta fanno poesia.
  • VINCENZO ROCCIOLO il 17/12/2007 14:27
    Ciao Rosita.
    Ho già commentato un'altra tua poesia che mi è piaciuta molto; poi ho trovato questa e sono andato a vedere il tuo profilo.
    Ma davvero hai 17 anni???
    Sei di una bravura mostruosa. Hai tutte le potenzialità per diventare una grande.
    Questa tua poesia molto dura e cruda rivela una maturità di contenuti e stilistica notevole. Stai soffrendo e si capisce molto bene, ma da questa tua sofferenza può nascere una grande poetessa.
    Io scommetto su di te.
    Un abbraccio fortissimo.
  • Paola Reda il 17/12/2007 10:20
    Si sente il rumore del tuo odio che azzanna e lascia senza respiro. Leggo la stessa rabbia che ho provato anch'io in una simile circostanza ed è proprio come l'hai descritta: feroce, distruttiva. Ma, se nel momento in cui si descrive sembra alleviare il dolore del torto subìto, poi ci perseguita e diventa un'arma a doppio taglio, un'ossessione, una sofferenza autoinflitta. Mi hanno detto che il tempo... con il tempo... grazie al tempo passerà. Balle! Si attenua, ma qualcosa dentro rimane a torturare il cuore. Bellissima poesia.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0