accedi   |   crea nuovo account

I miei pensieri

Riconosco in penombra
i miei pensieri più ricorrenti

Turbolenti calme d’autunno
Foglie che a stento si staccano
Flebili, cadono sopportate da un vento caldo
e non ne vogliono sapere di atterrare

E la terra fredda, a volte fango, a volte acqua stagna,
aspetta invano.

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 25/05/2009 17:12
    bella metafora
  • Riccardo Brumana il 18/12/2007 21:47
    è come se tutti aspettassereo solo la tua disfatta, o sei un grande o sei insicuro. carina comunque.
  • laura cuppone il 18/12/2007 15:31
    non lasciare che cadano nel fango.. non lasciare che stagnino..
    i pensieri.. ancora legati... al loro sogno...
    bella!!
    bravo davide.
    ciao L

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0