username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

auguri

Sento qualcosa di gigante in me,
qualcosa che ha il gusto attraente del cercarlo se non lo sento,
una mescolanza di tenerezze che fanno brindare la mia anima all'allegria,
gli occhi che fanno cadere a gocce le lacrime di dolcezza, sei tu Cinzia,
si, tutto questo e molto di più, sei tu.
Rivedo il giardino con incantevoli fiori nel mezzo della mia vita,
li raccolgo per offrirli alla tua bellezza, al tuo desiderarmi amico,
al tuo distenderti nel letto con me,
sono commozioni dello spirito
che restano ormeggiate nel cuore per mesi.
Poi un tuo regalo, un foglio disegnato con i tuoi pensieri,
un'altra lacrima riga di gioia la mia guancia
arrivando fino alle labbra per nutrire l'intelaiatura del mio averti.
Ringrazio L'altissimo Signore per questo dono,
così cammino per la laguna colma di ninfee,
ognuna di loro gelosa della tua persona e di me che sono al fianco tuo,
tra baci e carezze.
Tanti anni per arrivare a te, non posso rimanere altro tempo senza,
allora BUON ANNO per dodici mesi che mi auguro diventino ventiquattro
per non trovare mai la fine.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Tony Golfarelli il 14/11/2008 07:22
    Grazie della lettura, provo a leggere di te

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0