PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sensazioni di cinque minuti

Giusto il tempo
di tirare fuori il mio miglior sorriso
evitare di arrossire e cercare di parlare
senza farti vedere che sto trattenendo il fiato
e che ho il cuore in gola per l'emozione

È sempre bello incontrarti passeggiare
ma lo sarebbe ancora di più se io non stessi lì ad aspettare
e che mi prende quasi un colpo quando mi giro di scatto
e falsamente disinvolto dico "ehi ciao, come stai?"

Eppure son contento, davvero, di vederti
non mi importa con chi sei cosa fai o cosa hai fatto
ti giuro che una come te non l ho amata mai
e nonostante tutto riesci ancora a farmi ridere
ma di quel riso che non è la bocca che poi conta
che con quella sai si può anche fingere

sono gli occhi che mi ridono e non li puoi frenare
ed è talmente bello l'effetto che mi fai
che ancora mica l ho capito di tanto speciale cosa c'avrai mai.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

13 commenti:

  • Hotelvv il 17/03/2008 18:11
    Com'era com'era?!? Non contano i respiri che facciamo in una vita, ma solo queli attimi che il respiro ce lo tolgono... o simile...
  • Vincenzo Capitanucci il 09/03/2008 08:54
    Bellissima... queste piccole immense senzazioni che durano pochi minuti ed ci accompagnano per tutta la vita.. hanno un sapore d'eternità

    Grazie... un carissimo saluto
    Vincenzo
  • Maria Lupo il 07/01/2008 02:23
    Sono sempre fresche e coinvolgenti le cose che scrivi, le immagini che usi e anche il ritmo
  • Giampaolo Angius il 24/12/2007 14:38
    Bello l'amore che nulla chiede!!!!
  • ivan renella il 20/12/2007 21:05
    Anche se non mi suona molto poetica...è talmente spontanea e sincera da piacermi.
  • Hotelvv il 19/12/2007 14:45
    Grazie a tutti!
    Per Riccardo, lo è veramente e da tanto tempo ormai.
    Per Luigi: bah
  • sara rota il 19/12/2007 11:36
    Davvero dolce come poesia, il finale un po' dialettale mi ha fatto sorridere.
  • IGNAZIO AMICO il 18/12/2007 23:07
    Originale, simpatica, disinvolta, gradevole. Bel modo di scrivere. Bravo
  • Riccardo Brumana il 18/12/2007 23:03
    deve essere proprio affascinante la tua musa! complimenti ad entrambi.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0