PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

A Martina

Che cosa rimane dell' estate?
Che cosa è mai rimasto della mia estate?
Granelli di sabbia sottile
persi sul fondo della borsa da mare,
asciugamani da lavare,
una foto del tuo volto sorridente
che ancora mi rimane impresso in mente.
Ricordi raccolti sulla sabbia,
portati in tasca come sassi,
come conchiglie che cantano
la voce del mare.
Il respiro del vento sulla pelle,
e l' azzurro planare dei gabbiani,
l' ultimo ritornello,
rivola l' aquilone,
ridono ancora spensierati i bimbi,
risplendono le tue trecce
come raggi di sole,
ancora.
Ecco ciò che rimane della mia estate,
insieme alla voglia di tornare.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • antonio castaldo il 24/03/2009 18:38
    bravissimo... continua... Ciao
  • Claudio Amicucci il 19/12/2007 20:49
    È bello quando in fondo, i ricordi di un passato abbastanza recente sono piacevoli. Ciao Claudio
  • laura cuppone il 19/12/2007 00:03
    ah l'estate...!!!
    ho ancora la mia ben impressa dentro..
    come ti capisco..
    ciao
    laura
  • Riccardo Brumana il 18/12/2007 23:09
    che si può desiderare di più che un bagaglio di bei ricordi! credo niente, bravo, bella poesia!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0