PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

TU SEI

Tu sei
il mio pensiero leggero
che colma di luce i miei vuoti,
compagno soave
di solitudini diurne, di veglie notturne.
Tu sei
il mio sorriso la carezza il timido sguardo
e dolcezza e tenerezza infinite;
il sogno rubato, inconcluso che al mattino
mi lascia turbata e fremente.
Tu sei
il mio sentimento inespresso, il rossore fanciullo
che fa tremare d’emozione le labbra
e abbassare le ciglia
e sei la passione sfrenata, l’ardore,
la tempesta che travolge i miei sensi.
Tu sei
il mio fuoco, il ribollire del sangue,
il sublime e l’estasi dolce.
Tu sei
lo sguardo la voce mani e pelle.
Tu sei
l’anima e il corpo.
Tu sei fuori e sei dentro di me.
Tu sei tanto sei niente sei tutto.
Tu sei
la mia voglia di grande,
di giardini fioriti, di spazi infiniti,
di luci e colori, di sole
e sei la mia voglia d’amore.
Tu sei la mia voglia.
Tu sei

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • Ada FIRINO il 09/06/2012 12:21
    Bel commento, Bruna. Mi piace. Grazie!
  • bruna lanza il 08/06/2012 17:37
    bella, tu sei me... circondata di te,
  • Ada FIRINO il 13/06/2008 15:29
    Grazie Rosella.
  • Rosella Ardesia il 12/06/2008 17:01
    carina!
  • Ada FIRINO il 12/06/2008 12:11
    Grazie Almina! Che piacere "ritrovarti!"
  • Anonimo il 11/06/2008 16:28
    Tu sei... tu sei tanto sei niente sei tutto. Colpita. Ada... complimenti!
  • Ada FIRINO il 23/01/2008 10:58
    Vero, Augusto, vero!
  • augusto villa il 23/01/2008 10:54
    La poesia è bella e si commenta da sè... Leggendo i vostri commenti qui sotto... mi chiedo:... ma possono esistere poeti insensibili?...
    Che ne pensate?...
    Ciao!!!
  • Ada FIRINO il 15/01/2008 15:11
    Grazie Nel, belle parole, le tue. Sì, sono molto sensibile e questo mi porta a soffrire di più. Ma sono felice di essere così, colgo anche le emozioni, anche quelle più piccole, che altrimenti non potrei e questo compensa (forse) la mia sofferenza. Dai tuoi scritti noto che anche tu lo sei. Simpatica la tua descrizione! Io mi definisco spesso una capra sarda. Ciao
    Ada
  • Anonimo il 15/01/2008 14:05
    tu sei una persona molto sensibile della qualle colgo questo raffinato sentire che mi trapassa e che accolgo donandolo a chi mi passa accanto anche peruna sola carezza, importante che ci sia quando ne abbiamo bisogno o desideriamo provare un'emozione. bella. grazie. nel

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0