PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

[Senza titolo]

Quand'anche incontrassi il Re
il buio e fuligginoso male di vivere
basterebbe il tuo sguardo
a sciogliere nei miei occhi
gemme infuocate da tanta vigliaccheria
la pena
di non trovarti
la mattina
nel mio caffè
caldo
come un'ombra
come uno specchio capovolto
destino cieco del genere umano
battito d'ali
sacro
amare.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • TIZIANA GAY il 31/01/2008 11:42
    Mi piace immaginare uno sguardo che cerca un viso per cambiare la sua giornata..
  • Giancarlo Muzii il 13/01/2008 09:38
    Finalmente una grande poesia che ti penetra dentro e non esce piu'
  • Michelangelo Cervellera il 11/01/2008 22:02
    Perchè la trovo dolorosa, anche se molto bella?
    Michelangelo
  • Emanuele Zanetti il 06/01/2008 14:24
    comincio ad innamorarmi alle tue poesie.. ora seguirò ogni tuo nuova publicazione.. ciao..
  • Antonio Pani il 02/01/2008 16:35
    Un distillato di puro amore. Io l'ho sentita così. Complimenti, molto bella. A rileggersi, ciao.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0