accedi   |   crea nuovo account

Idillio

Un tale salasso
di pioggia
fa
piangere
anche i
morti.
Qui,
solo
io
e voi.
Nulla
s'ode
se non
il
ticchettio
di
una
pioggia argentea,
una
sirena
poco lontano,
il verso
rauco
della
cornacchia.
Nulla
si vede,
solo
uno
stormo
che
disegna
geometrie
in cielo,
punte di
cipressi
che
vogliono
scavalcare
l'altro muro
e
un
ombrello
caleidoscopico,
quasi volesse
erompere
da tutto
questo
grigio,
alla ricerca
seppure vana
di una
corrente
ascensionale.
Non apprezzare
la vita
da qui
sarebbe
immorale.
Torno da te,
o Ermione.

29-11-07
16. 19
Cimitero del Verano

 

0
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 24/12/2013 09:31
    Molto apprezzata, complimenti.

3 commenti:

  • tanya belletti il 18/02/2010 17:18
    Sono colpita e affascinata
    da questi suoi "versi"
    è davvero molto molto bella
  • Ugo Mastrogiovanni il 09/11/2009 19:06
    <Non apprezzare la vita da qui sarebbe immorale>. "Idillio" di Stefano Capolongo è tutta condensata in questi versi: encomio, rispetto e preghiera nello stesso tempo. Per non aggravare la mestizia del luogo, il poeta ci distrae con una descrizione parallela: la pioggia, lo stridere di una sirena, il gracchiar di un corvo, i cipressi, un ombrello policromo; lo fa con riguardo e il solito stile di consumato poeta e ci commuove.
  • gabriella zafferoni sala il 12/06/2008 12:00
    pienamente apprezzata. sentimenti vissuti. ricordo vivo.
    e poi la pioggia, protttiva ed introspettiva..
    delicata e intima, dolcemente triste questa tua metrica

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0