accedi   |   crea nuovo account

A Alberto Stasi

Parole
lievemente dallo sciacquio scorrono
vuote cianciano.
Indizi
come pane fresco si sfornano
e poi
come pane stantio ammuffiscono.
Giornalisti stitici rimanete
o
di fumi di ipotesi i curiosi ciarlano
e tutto
una beffa diventa.
Alberto
se innocente
sputo di veleno ai somari dai
se colpevole
la vita “spegni”.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Anonimo il 18/05/2011 23:45
    è bello vedere della "poesia applicata"...
  • Maria Carla Boccacci il 25/02/2009 10:16
    La poesia è bella, ma non sprecherei parole per certi eventi.
  • bernardo gentile il 27/12/2007 17:18
    x Tania Gallese è provocatoria contro i giornalisti.
    ciao
  • tania tania il 27/12/2007 17:10
    Sono d'accordo: troppi curiosi ciarlano e a volte si giudica troppo in fretta senza aver la verità in mano... ma colpevole o no... non credo si sia meritato una poesia.. almeno non per ora... la trovo un po' azzardata... sai che ti stimo Bernardo.. quindi spero non te la prenda..è un semplice commento! ... a presto..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0