accedi   |   crea nuovo account

ancora una volta

"lento"

-Risplende in me la tua melodia,
risplende in me la tua immagine,
e l'istante fuggito con essa,
ancora una volta,

risplende in me la tua voce
è inebriata dalla luce che m'hai adagiato inconsapevolmente nel mezzo
risplende in me il tuo sorriso
ancora una volta;

beato chi ti possiede governandosi,
la fortuna è generosa,
purtroppo la mia nave in tua presenza naviga senza barra,
pazza nei tuoi venti,
sbiadita dalle tue maree.
"l'ubriaca andante"gli urlo,

e

vorrei tremare di piacere, sciogliermi nel tuo sudore,
vorrei nascondermi nell'eco dell'ombra che ti precede,
con la gioia dei tuoi occhi come coperta adagiarmi nella giornata,
ancora una volta.

Mi hai chiuso in una gabbia da cui non voglio uscire,
mi hai ficcato nel centro del tuo incenso,
è come vivere in un barattolo di marmellata
ed essere colto alle volte di sprovvista da mani selvatiche all'imbrunire,


vorrei specchiarmi in volo con te,
librarmi muto,
amalgamarmi,
ancora una volta.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 24/12/2007 19:30
    molto bella la seconda parte

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0