PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Verso l'altare

Cari amici sono tornato a scrivere...

anche questa sera, c'è tanta voglia di credere...


Stanco e malato, barcollo, ma non mollo...

no, non potrei...

perchè voglio vivere, dove c'è lei...


Non c'è niente, che possa fermarmi...

dolore o malattia, chiunque sia, ad ostacolarmi...


Tutti abbatterò, chiunque sulla mia strada...

per stare con te, ora che ti ho incontrata...

Andiamo insieme, affrontiamo questo mondo...

la paura e le difficoltà, del buio più profondo...

Andiamo dove ci porta il cuore..

insieme per sempre, in un unico amore...

Dov'è che si va, per me non ha importanza...

basta essere con te, eliminando questa lontananza...

Vivendo con me, nulla ti mancherà...

il calore, o l'amore, per sempre ti accompagnerà...

Tuo padre lo sà, ci ho parlato...

nel sogno lo incontrai, giurai che ti avrei amato...

Portala con te, lui mi disse, siate felici

abbi cura di lei, perchè insieme siete unici...

Piansi a quelle parole, e nel mentre io risposi...

Si papà, e in biglietto leggerai "oggi sposi"...

Pianse anche lui, e disse... abbi cura della mia bambolina...

abbi cura di lei, lei che sarà  sempre la mia bambina...

Poi tutto finì, io mi svegliai...

con la voglia di te, di amarti più che mai...

Quello che voglio, amare... amare e ancora amare...

per poi un giorno, camminare insieme... VERSO L'ALTARE...

 

1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • giuliano sepperelli il 23/06/2011 18:28
    Il padre l'hai incontrato solo nel sogno... ben per te!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0