accedi   |   crea nuovo account

Evola in testa.

Dimentica il passato!
Cancella il futuro!
Fissa il presente
finché’l tempo non uccidi!!

Schiaccia i rimpianti
e mai più desidera!
Sfonda le paure:
acché ti precedano!!

Nel vuoto del qual
ormai
non più t’accorgi,
GRIDA!

AZIONE-VOLONTÀ !!
SENZA SE/NZA MÀ !!!

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • francesco sobberi il 23/01/2008 11:51
    esprimere con forza certi concetti non sempre risolve il problema. La poesia ci può aiutare. ciao
  • Luigi Lucantoni il 11/01/2008 22:58
    era un esempio e comunque la filosofia del samurai si estendeva molto oltre di quella dei guerrafondai
  • Michelangelo Cervellera il 11/01/2008 22:27
    ma anche il codice dei samurai era basato sull'onore della guerra "tra i fiori il ciliegio, tra gli uomini il guerriero" Michelangelo
  • Luigi Lucantoni il 08/01/2008 19:40
    grazie dell'analisi Lambro, a me però non interessa né l'uno né l'altro.
  • Luigi Lucantoni il 08/01/2008 19:31
    Sicuramente sì, anche se quell'opera non l'ho anocra letta (sto ancora a Cavalcare la tigre).
  • Luigi Lucantoni il 08/01/2008 19:00
    Per alcuni sicuramente sì, non è assolutamente il mio caso (non sono né un reazionario, né un conservatore).
    La mia è psicologia applicata alle idee espresse dal filosofo in una delle sue opere: (che sto leggendo) Cavalcare la tigre.
    Non so se lo conosci, comunque al di la delle implicazioni reazionarie, il pensiero di Evola è straordinariamente acuto e difficile da demolire (a livello dialettico x lo meno). Specialmente perché lui parte dal nichilismo Nietzschiano e si spinge al di là: creando così una barriera sia dalla razionalità empirica, sia dalle altre forme di idealismo).

    In realtà l'assolutezza dell'atteggiamento mentale che ho tentato di evocare può essere talmente assoluta da andare molto al di là e al disopra di un banale militarismo (Evola aveva anche una sterminata cultura mistico-orientale). Potrebbe ricondurre il codice di comportamento dei Samurai.
  • alberto accorsi il 07/01/2008 23:47
    Poesia a passo di marcia! a passo dell'oca?

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0