username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Due Case Abbandonate

La casa abbandonata al parco
Ricorda tanto mia madre
Di questi giorni.

Un fiore che vuol essere appassito
Uno stelo in tempesta di sabbia

Che si nuda dei suoi petali
Come una nuvola nasconde
Le braccia radiose del sole

La casa abbandonata al parco
Coperta di rabbia
Madre sotto una coperta
Di edera

Due unitá confuse fra la vasta
Folla solitaria

È come in un concerto
Di grida
Che soffocano le parole
Grida di follia
Rabbia divoratrice.

Tremano i peli
Sulle pelli colpevoli
Fuggon le voci
Negli specchi
Appese

Parole mute
Che non dovrebbero udire.
Orecchi accesi che non dovrebbero
Parlare.

Ma ho troppo sonno per dormire.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

13 commenti:

  • Ivan Bui il 16/01/2008 15:07
    Posso solo aggiungermi al coro dei consensi. Bravissimo.
  • Emanuele Zanetti il 08/01/2008 01:11
    grazie di cuore atutti per i commenti..
    Ciao ciao..
  • donatella bellucci il 07/01/2008 21:43
    veramente bella emanuele, complimenti.
  • Maria Lupo il 07/01/2008 16:30
    Bella, intensa, la similitudine tra la casa e la madre è in effetti un topos, non solo psicanalitico e qui mi sembra molto appropriato...
    Vorrei capire ch è che si dverte ad abbassare i voti, credo senza lasciare commenti...
  • Ugo Mastrogiovanni il 06/01/2008 18:06
    Se sono veramente i primi versi che scrivi complimenti! Hanno un suono, un mordente un’anima e, quando si comincia così, c’è tanto da sperare.
  • luigi deluca il 06/01/2008 16:17
    forse... nell'errore... ti è venuta fuori una considerazione da analizzare, voglio dire anche l'idea che "una casa" possa essere considerata "madre" se ci pensi può essere intrigante, a me è piaciuta così, e non la correggerei, gigi
  • Emanuele Zanetti il 06/01/2008 14:01
    Ciao... io sono nuovo da queste parti..
    è la prima poesia, opera, scritto, qualsisi cosa sia insomma, che viene pubblicata... e visto che sono un grande disordinato ho sbagliato a scrivere il titolo.. Che è
    Due case abbandonate... wowww.. un inizio eccezzionale... eh eh..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0