accedi   |   crea nuovo account

Come cenere

E così
tu
scostandoti come cenere
di un camino nella notte
mi prenderai in questa pioggia
di vento che non ferma
le ore.

Fuori dove l'asfalto
è vita e non solo

scivolata come luce
di macchine e metallo.

Fra queste piccole
cose.

Fra rose che ballano
in un tempo immortale.

Non capisco il tuo collo
nella nebbia bagnata
e noi

intervalli di un lampo
che fuggono solitari

e poi grida fra porte di sole.

E allora domani verrò
verrò lì per te
in questo tutto verde
che ci dà casa.

Verrò oltre l'ipocrisia della gente
e le fredde città.

Otre l'aria che al mattino
si mescola alle carte

sulle scale per le strade

dove duro e più sordo è il silenzio.

Fra lacrime

e farfalle

e stelle strillanti sul mare.

12

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Xardac il 24/06/2009 10:32
    Molto bella e particolare... bravo!
  • Vincenzo Capitanucci il 10/04/2008 13:45
    Stupenda.. nel cuore delle piccole cose... le rose ballano.. immortali

    Con Stima
    v

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0