accedi   |   crea nuovo account

NUDA

Dita scroscianti di pioggia
lasciano impronte digitali indelebili
Freddi numeri all'orizzonte
come note sghignazzanti
policromi bagliori accecanti
come neve al sole
di quando in quando
vengono a farti visita nel sonno
una cavia che lentamente
scava dentro.
Sulle pendici del Sole
c'è forse la neve?

 

1
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • NICOLA RICCHITELLI il 14/02/2008 12:12
    bravo
  • matteo lorenzi il 28/01/2008 01:00
    brava vai oltre le cose
  • Umberto Briacco il 22/01/2008 16:09
    non trovo il senso.
    C'è da dire che l'ultima domanda è eccezzionale
  • Ada FIRINO il 22/01/2008 14:07
    Bella questa poesia,... profonda riflessione.
    e tormento interiore (note shignazzanti e una cavia che lentamente scava dentro).
  • Ezio Falcomer il 16/01/2008 22:37
    bella sequele di enigmi e apparizioni
  • Gabriella Salvatore il 16/01/2008 22:27
    bella questa poesia belle immagini, ottima descrizione, brava
  • Lestat V il 16/01/2008 19:49
    bellissima donatella brava Lestat
  • Emanuele Zanetti il 16/01/2008 17:53
    non riesco a capire come il voto mendio fosse solo 4...
    Io non mi sento nemmeno all altezza di lasciare un commento a questa poesia splendida...
    Ciao...
  • Giancarlo Muzii il 16/01/2008 12:24
    come sempre la tua sensibilità riesce ad esprimere sensazioni nascoste nel nostro subcosciente.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0