PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Domande

Tu donna,

fluttuanti chiome color dell'oro puro,
sole d’inverno i Tuoi capelli,
dove il mio cuore brucia.

Sfolgorio di iridi screziate di metallo e giada,
spezzoni di ghiaccio,
che il mio cuore gela.

Bocca carnosa, succosa, fresca susina,
atteggiata a falce.

Perché fuggisti all'innamorato sguardo?
Perché mi lasciasti nel rammarico d'esser vivo?

Perché??

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Gabriella Salvatore il 19/01/2008 10:15
    un amore che ha conosciuto il fuoco, ma troppo esposto si è bruciato e adesso vive tra il freddo ed i ghiacci.
    Domande che non troveranno risposta, ma saranno rimpianto e dolore.
    Ben esposta, bravo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0