PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

M'impazzisti - dedicata alla mia amata Chiara

Un anello di fidanzamento,
è la tua bocca,
due labbra in comunione,
due petali di fiore.
Essa diluvia di fragili desideri,
e velate promesse, essa è il frutto
di un peccato di cui tutti,
vorrebbero macchiarsi.
Hai acceso in me la passione,
m'impazzisti.

Nelle proiezioni di te,
un nuovo giorno s'allontana,
e m'accorgo che la tua nave,
non tocca le coste dei paesi che sogno.
Attento resto ad ogni suono, per sentire
quello che solo chi t'ha persa mi può dire:
"d'Amor si può morire, d'Amor si può morire".
M'impazzisti.

Non ti nascondi, se chiudo gli occhi,
è anzi ancor più Chiara,
la tua danza sulle parole,
che ci hanno allontanati.

Che sia la tua saliva ad abbracciare,
l'ultimo respiro della mia vita terrena,
perché solo in un tuo bacio posso trovare,
il primo respiro di un'esistenza più serena.

Se tu fossi lì, accanto al mio viso invecchiato,
scoprirei la bellezza vera, quella senza ore,
quella d'un amore che non è mai finito,
quello di un amore che non muore.

Capisci? M'impazzisti ma di cielo e speranza,
e mi sento così piccolo e così gioioso,
perché hai tolto dai miei occhi, il velo e l'apparenza.

A te voglio donare il bene più prezioso,
radice d'ogni tutto e d'ogni essenza:
l'Amore profondo e sospiroso.

 

1
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0