PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Perdonami (sopratutto una madre)

Nascita
ovattata
di anestetico.

Urla di bimbo
mancate
al mio cuore.

Caldo
respiro veloce
vita attesa.

Tenero
cucciolo d'uomo
eccoti.

Non sei mio,
non hai domandato:
giustamente
ingrato.

Frutto di amore
atto egoistico
della passione
i sensi.

Rimorso
donazione,
un DNA errato.

Perdonami
disperatamente:
tua madre.

 

l'autore Alda Visconti Tosco ha riportato queste note sull'opera

Concorso vinto e poesia pubblicata sulla Antologia Autori Vari
"Tra un fiore colto e l'altro donato"- vol. v-parte 1. - Aletti Editore


un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

14 commenti:

  • Sandrino Aquilani il 07/04/2010 10:17
    Bellissima poesia, tenera come il rimpianto direbbe un certo Prevert. Complimenti.
  • Alda Visconti Tosco il 20/11/2009 20:59
    sono stata via parecchio dal sito per seri motivi di salute, leggo ora i vari commenti, Vi ringrazio di cuore tutti, veramente non merito così tanto.
  • Ugo Mastrogiovanni il 31/10/2009 15:05
    Questi versi di Alda, di cui conosco sensibilità, dignità e amor di mamma, sono una grandinata a ciel sereno, sia come struttura che come intensità lirica. Il rimorso di una madre, in quanto nato da un atto d'amore può essere comprensibile ma non giustificato; la prerogativa di una madre è donare, elargire il meglio di se stessa, partecipare gratuitamente il dono ricevuto dall'Alto e cioè quello della creazione. Indovinare poi il futuro della sua creatura non sta a lei, ci penserà il destino o il Buon Dio. Comprendo le motivazioni che hanno sviluppato questi versi e ne capisco e partecipo il dolore.
  • Rocco Burtone il 10/07/2009 14:35
    mmmh... troppo personale. Inutile commentare, a che servirebbe? Solo un abbraccio
  • antonio castaldo il 02/04/2009 21:27
    molto... molto bella e aggiungere altro serve a poco. bravissima. kiss
  • Alda Visconti Tosco il 18/02/2009 18:33
    concordo con te!
  • Anonimo il 17/02/2009 23:40
    Dna errato non è sinonimo di condanna... solo di diversità...
    gli errori della vita sono inifiniti
    il caso la sfortuna la sorte e miliardi di altre combinazioni casuali di eventi...
    ho probabilmente donto a mia figlia un Dna errato
    ma non posso pensare che sarà più infelice per questo
    sarà diversa...
    forse migliore...
    faticosamente migliore...
    scusa la presunzione nel caso in cui non avessi compreso
    una madre che si è rispecchiata nella tua poesia che è bellissima
    Isa
  • Riccardo Brumana il 02/02/2008 20:56
    ... ora capisco... anche se non ho la presunzione di pensare d'averti compreso fino in fondo, poichè certe cose le può capire solo chi le ha vissute o le sta vivendo... vorrei solo dirti di non assumerti colpe che non hai, ci sono eventi fuori il nostro controllo che non possiamo controllare, ma possiamo scegliere come gestire... un affettuoso saluto, tuo amico Riccardo.
  • Alda Visconti Tosco il 02/02/2008 20:07
    Riccardo Brumana la risposta era per te...
  • Alda Visconti Tosco il 02/02/2008 20:06
    prova a pensare a notti insonni e all'aver regalato un DNA errato... e forse capirai...
    prova a dire a tuo figlio che forse un suo figlio non sarà perfetto come vorrà... e forse capirai...
    prova a ricominciare a non dormire perchè non sai che cosa hai donato ad un figlio... per un gesto che in questo momento ritengo insensato... avergli dato la vita... e avergli trasmesso errori che un domani saranno le stesse mie lacrime... solo questo...
  • Riccardo Brumana il 02/02/2008 16:03
    la trovo troppo ermetica per darmi emozione, alcune strofe le trovo in contraddizione fra loro, ti dico come le ho interpretate così se vorrai mi potrai indicare dove sbaglio.
    ecco come ho interpreto nell strofe:
    1- la fecondazione artificiale
    2- la mancanza di un figlio mai avuto ma cercato
    3- il parto
    4- la nascita del figlio
    5- ???
    6- l'essere rimasta incinta tramite rapporto tradizionele "passionale" senza l'intenzione di volero rimanere
    7- fecondazione artificiale sbagliata avvenuta con il seme di un'altro uomo
    8- perdonarti? forse perchè hai abortito dopo aver saputo dell'errore dei medici?

    spero di non averti annoiato, se preferisci che la poesia resti a discrezione del lettore non preoccuparti, capirò. ciao.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0