PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Evanescenze speziate

Volute di sensi e pensieri,
sguardi e segreti tremolii,
tutto indovino di te,
che rabbrividisci,
seppur così lontana
e fuori dalla mia trapunta.

Ventate di pelle e di sudore,
caldo alito e voce amante.
Questa neve mi dona la nostra primavera,
la tua sera calda
di farina e noce moscata.

Bussasti alla mia porta.
Ignoro come.

Ma ora sei vera,
sei sempre stata qui,
in una piega delle mie palpebre,
in una linea della mia mano.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0