accedi   |   crea nuovo account

Cercandoti

La mente sveglia
guardo fuori
è già l’alba
stanchi i pensieri si rincorrono.

Il corpo
come una zattera
in balia del mare in tempesta
arranca.

La testa si china
le ginocchia strette al petto.

Una lacrima scende
il profumo d’arancio nei ricordi.

Ali di farfalla spiegate.
Tu che vivi in un giorno
il tuo superbo candore
insegnami a volare.

Purezza di una rosa sbocciata.
Tu che ogni attimo i petali rinnovi
al soffio vitale dei raggi del sole
insegnami a vivere.

Vita
dall’Immenso donata
aiutami a rinascere.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

16 commenti:

  • Sergio Fravolini il 26/04/2010 09:26
    È questo uno degli scritti di Sara che mi piacciono di più. Delicatezza... amore... sogno in cerca di un raggio di sole. L'immenso la vita.

    Sergio
  • Giulia De Giorgi il 29/08/2009 09:16
    Sei una una penna sublimemente originale.
  • Antfree Mercury il 13/03/2009 22:22
    molto commovente, non è dolce come quacuno ha commentato, la dolcezza è un'altra cosa... non è così facile scrivere e soffrire nel farlo.
  • Adamo Musella il 13/04/2008 16:14
    Che bella l'invocazione alla vita alla natura... molto dolce e musicale Un bacio
  • Rita P il 11/03/2008 22:34
    bella!
  • enzo napoli il 27/01/2008 22:27
    Bei versi. Piaciuta molto questa poesia
  • lucia cecconello il 22/01/2008 23:20
    Molto bella brava ciao
  • sara rota il 22/01/2008 17:21
    Una richiesta d'aiuto alla vita?! Bella ed originale

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0