accedi   |   crea nuovo account

Poesia due punti

La cascata sul lago

Ma quale cascata! quale lago!
Io non conosco nessuna cascata! 
nessun lago!
Oggi proprio non ce n’è per nessuno.
Sarà la nebbia, il freddo,
quegli stronzi che mi hanno risposto di ritentare

Ho bisogno di un segno,
di un tocco, di un sorriso casuale
e il mio io sbandato ritornerà sui binari.

Riprenderà a tirare,
leggermente ingobbito,
lo sguardo fisso,
il sorriso beffardo,
in caccia perenne del suicida di turno.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • sara rota il 22/02/2008 15:05
    Alza lo sguardo ed anche il cielo ti apparirà come un dolce e profondo lago blu.
  • Anonimo il 27/01/2008 23:50
    Inizi con :
    La cascata sul lago.
    Poi, preso dal momento, ti scateni trasformando la poesia in istante veramente vissuto.
    Un finale molto significatico.
    In tutto questo quella cascata non c'entra proprio niente.
    Un io tristemente in crisi, bella la frase:
    il mio io sbandato ritornerà sui binari...
    Ciao francesco, complimenti.
    Angelica

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0