accedi   |   crea nuovo account

DANZA DI MARZO

Semenza filosofica fiorita
nel campo dei miracoli
magici concetti d'antiche greche ideologie
Attraversando il paese delle favole
a cavallo di ippocampi ipocondriaci
Virtuale omerica odissea
dionisiaca danza di marzo
Accompagnato da un volgare canto per vicoli e quartieri
scolora il mistero dell'arte e la sapienza delle cose mute
Tristi libri in attesa d'essere
acquistati in edicole zeppi di giornali
uomini senza testa
mani che afferrano altre mani
Perché ubriachi per strada
Un caos di forme e personaggi
interpetri di scomode commedie surreali
Chiudere gli occhi e navigar lontano
oltre le celesti colonne d'Ercole
verso misteriose galassie sconosciute
ai margini d'un sogno piccino
prodigiosa prole
del popolo eletto
paura di cadere
afferrarsi al vero al certo ai fatti
al comune senso della vita
Umoristici dibbatiti culturali
domande impertinenti risposte irrisorie
frutto di fenomenologie e frasi scurrili
Itinerari fiabeschi teschi e scherzi
Sboccia il fiore dell'intelletto
il ballo degli insetti fa impazzire gli inetti
Giorni pigri riverso sul letto
sfogliando libri d'avventura
sognando di fuggir lontano.
Canto di marzo violenti improvvisi
acquazzoni il giallo intenso delle
mimose il fiorire degli alberi di pesco
annunzio di primavera
coronato dal sorriso d'una musa
ricorsa da un fauno su una moto
attraverso le strade intasate
del traffico metronapolitano.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anna Lamonaca il 13/03/2006 09:01
    il lessico è forbito.. ma dietro parole tanto forbite emergono grandi emozioni.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0