PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Null’altro conta

A che serve
riempirsi di inutilità nella vita
Vagonate di insopportabili messinscene
Finti palcoscenici per finte maschere

Uomo,
dài fine alla tua arroganza
Non essere meschino

Sei solo ciò che ami
È tutto qua il mistero
Null’altro conta

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Gabriella Salvatore il 23/01/2008 08:58
    essere sè stessi, sembra una cosa ovvia, invece è difficile, il bisogno di uniformarsi, di apparire, di essere accettati ti fa perdere la vera identità
    Bravo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0