accedi   |   crea nuovo account

Quella parte di orecchio ancora disinteressata

Un filo d'erba e una campana
il resto è un contorno poco digeribile
chiedo solo una rosa per assicurarmi
che tu non abbia esaurito le spine
Ricordo i giochi tra i mattoni
le dita che assaporavano i contorni
le gocce che raccoglievamo a quattro mani
per dissetarci
e tu che doppiandoti mi rendevi dolce
il nettare dell'oleandro e mi sfamavi con le siepi
Conserva quella parte di orecchio ancora disinteressata
e preparala al prossimo inverno
quando accudirò i bambini del mio giardino
puntando l'ingordigia del tuo sguardo nascosto...

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • giusi boccuni il 31/10/2010 17:45
    ti scopro solo ora... e ne rimango affascinata... sei bravissimo
  • Rocco Burtone il 17/07/2009 18:16
    Bella quella parte della tua anima disinteressata
  • Anna G. Mormina il 27/07/2008 19:59
    ... tsnta tristezza e dolore ma trovi conforto nei bambini del tuo giardino...
    ... molto bella, complimenti Angelo!
  • lupoalato maria cannavacciuolo il 14/04/2008 18:34
    Ti piace soffrire? Soffrire è uno dei modi per sentirsi VIVI
  • francesco sobberi il 07/04/2008 21:23
    surreale ed intrigante con un titolo affascinante. bravo. ciao
  • max22 - il 06/04/2008 16:54
    mi è piaciuta molto. max
  • Vincenzo Capitanucci il 07/03/2008 21:24
    Sublime... non posso neanche commentarla... la campana è un mistico suono o un frutto dolcissimo... quello che so è che sei un Angelo... ed io vorrei essere un bambino.. per entrare nel tuo giardino... a quattro zampe

    Con una stima infinita
    Vincenzo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0