username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Dedicata ad Alexandra

Diciotto anni
i tuoi
e me ne ricordo altri
ero felice allora
adesso lo sono per te!
Tu le somigli in tutto
turbandomi:
i tuoi riccioli e i suoi
il più bel fiore
che ho incontrato
nel bosco della vita.
I tuoi occhi e i suoi
un tunnel profondo
ove perdersi
oltre il quale
può esserci
solo felicità.
E se il tempo per me
si fosse fermato?
Riapro gli occhi
e ti guardo
in quel ritratto che ho di te!
Sei bellissima
e brindo alla tua giovinezza,
alla tua voglia di viverti
a te stessa!
Rimani così

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

21 commenti:

  • Bruno Briasco il 08/02/2011 11:37
    tenera... romanticamente malinconica ma dolce il ricordo di lei. BB
  • Anonimo il 05/04/2009 12:00
    Carina... magari un po' sentimentalmente comune...
  • Claudio Amicucci il 09/02/2009 16:18
    "Caro vecchio blues" e "Che sensazione di leggera follia". scusa la digitazione.
    ve sta per è. Ciao Claudio
  • Claudio Amicucci il 09/02/2009 15:11
    no Luigi ve la mia prima ragazza deceduta due giorni prima di compiere 18 anni. Leggiti il mio racconto "Caro vecchio Blues2 e "Che sensazione di leggara follia2. Ciao Claudio
  • luigi deluca il 08/02/2009 08:05
    se ho ben capito, in questa giovane donna tu vedi sua madre, la donna che ha saputo rapire il tuo cuore... è una dedica dolcissima!
  • Dolce Sorriso il 29/09/2008 23:44
    malinconica e bella
    bravo
  • veronica riccetti il 26/08/2008 20:06
    un filo di malinconia per il tempo che befferdo di noi continua a scorrere sempre troppo infretta. la tua poesia arriva dentro percuote l'essere. leggerti mi regala sempre gioia!!! ciao un abbraccio veronica
  • Aedo il 11/05/2008 23:20
    Una dedica ad una persona per te speciale: tra le righe si legge un leggero rimpianto per quell'età ormai trascorsa. Bravo!
    Ciao
    Ignazio
  • Anonimo il 20/03/2008 13:30
    Un velo di malinconia... lo scorrere del tempo... il passato... il presente... i ricordi!!!
    È molto bella e colpisce dritta l'anima di chi la legge.
    Complimenti
  • Ivan Bui il 29/02/2008 13:57
    ... sembra quasi di sentire il suono che accompagna i tuoi versi...
  • Anna Lamonaca il 20/02/2008 14:24
    L'adolescenza, un piccolo angolo nascosto nel nostro cuore, ci basta chiuder gli occhi ed essa ritorna sempre e comunque nei ricordi...
  • Cinzia Gargiulo il 10/02/2008 10:37
    Poesia delicata e dolce, mi piace molto... Andrò a leggere il racconto quanto prima...
    Un abbraccio...
  • Giuseppina Liguori il 02/02/2008 20:17
    Credo che sia dedicata a tua nipote è piena di amore, complimenti per la poesia
  • Claudio Amicucci il 31/01/2008 01:03
    X Riccardo e Ugo, questa poesia è legata al racconto "Che sensazione di leggera follia". Forse quel "turbandomi" trova una spiegazione. Grazie cmq del passaggio e del commento. Ciao Claudio
  • Riccardo Brumana il 30/01/2008 23:51
    quel "turbandomi" è un po' ambiguo.
  • Ugo Mastrogiovanni il 30/01/2008 22:15
    Un grande affetto che provoca ricordi e sensazioni passate, mai dimenticate e verdi come i 18 anni che canta e, oltre ad uno spiccato senso lirico, ci trovo anche un po’ di rimpianto.
  • lucia cecconello il 26/01/2008 22:56
    Bellissima ciao
  • Claudio Amicucci il 26/01/2008 21:34
    x Adelaide. La poesia l'ho scritta qualche mese dopo l'incontro. Il racconto l'ho scritto pochi giorni fa. Forse questo provoca quella sensazione, magari al contrario. Ieri, ai tempi di Parigi avevo 40 anni ed ero scapolo. Oggi a 60 sono sposato ed ho una figlia di mia moglie (quindi non procreata da me), che pochi mesi fa mi ha fatto diventare nonno. Scegli tu. Ciao Claudio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0