PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

"Testamento"

Quando l'arco del mio tempo
spegnerà l'ultima scia,
e l'invisibile Fiamma
leviterà nello Immenso,
assorbita nel rosso inchiostro
di chi traccia il Disegno,
non voglio pianti.
Ne fiori,
ne corteo del caro estinto.

Ne visi affranti!

Ostate
che il baccello mio
segua la prassi,
sepolto ad ingrassare
vermi e terreno,
coperto da lapide in marmo.

Vegliate!

E che parti sane,
o quel che serve del mio Inerte,
ravvivino Fiamme,
imprigionate
in contenitori geneticamente guasti,
usurati dal tempo,
o peggio ancora,
segnati da incoscienza o Fato avverso.

Gli occhi però
ad un fanciullo.

Che possa io pure,
suggere bellezza,
da luoghi orridi e stantii,
mirati con la sua innocenza.

E poi,
in una teca scarna,
ponete quel che è divenuto cenere
nel fuoco di una pira di castagni.
Baciate
voi per me
la mia compagna.
Ditele che porti la reliquia
in riva al mare.

Che tempo e amore
in vita mia donai.
E con eguale amor
mi ripagasse,
lasciandomi volare via
nel vento.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

19 commenti:

  • Ezio Grieco il 06/05/2010 23:57
    Ciao tania, grazie per il bel complimento.
    un caro saluto
    cl
  • Ezio Grieco il 06/05/2010 23:57
    Ciao Sabrina, ti ringrazio per la gentilezza e la pazienza con le quali leggi le mie esternazioni.
    un abbraccio
    cl
  • tania rybak il 06/05/2010 02:15
    commovente, bellissima
  • Anonimo il 05/05/2010 18:43
    I tuoi versi sono tanto belli che lasci con un retrogusto allegro anche quando scrivi di realtà crude. Sei fantastico, Ezio.
  • Ezio Grieco il 21/09/2008 17:15
    ... grazie di essere passata sara.
    clezio
  • sara rota il 19/09/2008 15:58
    Malinconica... sognante...
  • Ezio Grieco il 07/02/2008 22:51
    Ciao Marilena, grazie del bellissimo commento.
    ... hai fatto bene... una bella.. appendice.
    clezio
  • laura cuppone il 29/01/2008 13:13
    ... certo Clezio che lo sono... non sarei laura... non sarei fata...
    bentornato allora...
    ciao Laura
  • Ezio Grieco il 29/01/2008 13:01
    Ciao Laura, mi rimetto in gioco come autore, e sono contento che ti sia piaciuto il mio primo post di questa nuova avventura.
    .. sei sempre innamorata dell'amore?
    Grazie del commento.
    clezio
  • laura cuppone il 29/01/2008 12:13
    brividi sinceri colpiscono il mio segno.. comprendo e bevo da questo calice anch'io... sopporto labile idea del terribile distacco.. ma intuisco il mio percorso e attendo con gioia il mio Ritorno..
    splendido componimento!!
    complimenti!!!
    laura
  • Ezio Grieco il 29/01/2008 12:09
    Ciao Gianpaolo, ti ringrazio del commento; naturalmente anche per i complimenti.
    clezio
  • Giampaolo Angius il 28/01/2008 11:48
    Complimenti!! al di là della nobiltà del messaggio che trasmetti mi piace molto lo stile con cui è composta.
  • Ezio Grieco il 28/01/2008 07:47
    Ciao Riccardone, grazie; commento "esaltante".
    Clezio
  • Ezio Grieco il 28/01/2008 07:45
    Ciao Adelaide, grazie del commento, sintetico e molto apprezzato.
    Clezio
  • Ezio Grieco il 28/01/2008 07:43
    Ciao gabriella, grazie del commento.
    ... gli occhi ad un fanciullo perchè solo loro, nella loro innocenza e mancanza di "Cazzimma" (termine Napoletano per indicare chi è opportunista e malvagio) riescono a cogliere il meglio da quello che li circonda.
    Clezio
  • Riccardo Brumana il 27/01/2008 18:08
    che dire... "poeta" fino all'ultimo!
  • Gabriella Salvatore il 25/01/2008 20:58
    "gli occhi però a un fanciullo"
    così continueranno a brillare, a vedere, a vivere
    pensiero generoso e altruista
    versi delicati e ricchi di sentimento

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0