username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

RIMPIANTO

Ti vidi, per la prima volta,
da bambino
bere con le mani aperte
alla sorgente della vita,
avevi il volto dell'alba,
chi eri?
e vidi
un albero di speranza
dai frutti maturi.
I riflessi del fiume
sembravano diamanti arabescati
e l'acqua
aveva il gusto della gioia.
Il contadino
aveva il volto buono di mio padre:
mani callose, dure,
ma che s'intenerivano
quando carezzavano la mia guancia.
L'irrazionale pensiero di un bambino
assorto al gioco
aveva il suo<Credo>...
Ora il ricordo
non può colmare il vuoto
e la lontananza nemica
ha i lpiù amaro dei sapori,
capo papà.

LUCIANO SOMMA

 

2
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • paolo veronesi il 05/12/2007 12:52
    Bel quadro venato di ricordi e malinconici sospiri. Bravo!! Paolo
  • Michele Palazzo il 11/10/2006 21:46
    Bella!
    Complimenti
  • miryam maniero il 14/03/2006 16:09
    "mani callose e dure" .. sono il ricordo più forte e più dolce..
    ciao miryam

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0