PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Disprezzo

Ti ho soffiato dentro per spegnere la fiamma che ti teneva in vita.
Ho strappato da te la mi anima
perché non si corrompesse alle tue menzogne.
Non ti concedo di sperare che il mio
amore possa tornare a consolare la tua notte fredda.
E se mi vedrai danzare nei tuoi sogni ancora
mi mostrerò con vesti di demone
e fiera
a devastarti il cuore.

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Anonimo il 25/02/2012 20:07
    Mi piace la tua consapevolezza di aver inferto del male. Non è cosa comune.
  • Anonimo il 11/07/2011 21:20
    bella forte sentita... tutto ha un limite... ora c'è psto solo per il disprezzo... complimenti Claudia
  • Anonimo il 05/07/2011 00:07
    Gliela passo ad una mia amica che ha in mente versi simili da riservare a me!
    (Voi donne siete sempre complici tra voi per punire noi maschietti)!!!!
  • Filippo Minacapilli il 07/05/2011 19:55
    Bellissima!
    Il "tribunale" dell'anima non può concedere attenuanti.
    Piaciuta e molto
  • Bruno Mossa il 02/05/2010 04:01
    Si provano, a volte, questi stati d'animo.
    Sono lo specchio di un pezzo di vita calpestato.
    Poesia splendida, forte, dolorosa.
  • antonio iovino il 05/12/2009 17:28
    nn ho parole davvero una bella poesia
  • antonio castaldo il 25/06/2009 18:29
    tanta rabbia... desiderosa di vendetta ma... mi è piaciuta comunque.
    smackk!!!!!!!
  • laura cuppone il 03/02/2008 02:24
    poesia rabbiosa e che sa di vendetta...
    l'amore.. la guerra... a volte sono davvero così simili..
    piaciuta!
    ciao Laura

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0